you reporter

ROVIGO

"Troppo inquinamento": Rossini attacca la fonderia

Interpellanza del consigliere comunale

Antonio Rossini chiede di rivedere il piano del traffico

Il consigliere comunale Antonio Rossini

Una interpellanza per evidenziare "l’inquinamento atmosferico a San  Sisto e  a Borsea", da parte del consigliere comunale Antonio Rossini.

"Ora più che mai la problematica dell’inquinamento è sentito nella nostra città - dice Rossini - e, in particolare, alta è l’attenzione per gli insediamenti industriali che anche in questi giorni   legittimano le  preoccupazioni dei cittadini residenti nelle frazioni di San Sisto e di Borsea, dove all’inquinamento da polveri sottili,  polveri ferrose, cattivi odori,  esalazioni fastidiose che irritano l’apparato respiratorio,  si aggiungerebbe la ragionevole preoccupazione di quello  che potrebbe essere causato, a dire degli abitanti in zona, anche dalle emissioni della fonderia che insiste in Viale delle Industrie".

"In effetti la zona di San Sisto e di Borsea risulta spesso l'area più inquinata del Polesine, si riscontra un' elevata quantità di  sorgenti antropiche  di polveri sottili - dice ancora Rossini - derivanti da emissioni prodotte dal traffico veicolare con particolare attenzione a quello pesante; combustione di biomassa; presenza di rifiuti; processi industriali quali  fonderie e attività simili".

"E' necessario, quindi - dice ancora il consigliere - promuovere ogni opportuna iniziativa e ad adottare precisi comportamenti, finalizzati alla migliore tutela possibile della sicurezza della salute in termini".

Di seguito, le domande inviate da Rossini all'amministrazione, alla quale chiede: "Se si intenda politicamente far avviare, con urgenza, tutte le procedure tendenti ad intraprendere, con le competenti Autorità, una verifica della rispondenza alle normative di legge della qualità e della quantità delle emissione solide e gassose provenienti dal complesso siderurgico di Viale delle Industrie, ciò anche al fine di far riscontrare la regolare gestione e manutenzione  degli impianti di abbattimento delle polveri.  Nel caso di presenza di accertate violazioni o illeciti di natura ambientale, di adottare urgentemente i provvedimenti  a tutela della salute dei cittadini che, oltre ad essere un diritto costituzionalmente garantito rientra negli obblighi di chi amministra la città; se si intenda, in particolare per l'area di San Sisto e di Borsea, quali amministratori che devono tutelare la salute pubblica,  interessare l’Arpa Veneto".

Rossini, ancora, domanda se "si intenda politicamente chiedere una verifica dei provvedimenti sinora,   per ridurre nelle frazioni di San Sisto e Borsea l’inquinamento urbano da polveri sottili, polveri di ferro e cattivi odori, esalazioni fastidiose che irritano l’apparato respiratorio e se i risultati ottenuti siano ritenuti idonei  a tutelare la salute dei residenti".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl