you reporter

PORTO VIRO

Ai "Soliti ignoti" la polesana che fa nascere i pulcini

Lavora in un’azienda di e-commerce che, tra le altre cose, vende incubatrici per le uova

Ai "Soliti ignoti" la polesana che fa nascere i pulcini

Chiara Gazzetta, 27 anni, di Porto Viro, figlia maggiore dei titolari dell’osteria Il Paiolo, ha partecipato al programma “I soliti ignoti” condotto da Amadeus. La puntata è andata in onda l’altra sera, e molti, che erano sintonizzati su RaiUno, l’hanno riconosciuta.

Chiara lavora a Rosolina all’azienda “Il Verde Mondo srl”, un’azienda che si occupa di e-commerce di animali domestici e da cortile. “Vendiamo pollai in legno e accessori per cani e gatti, cucce in legno e recinti per animali - spiega - tra le tante cose che faccio mi occupo principalmente della logistica, del marketing, dell’e-commerce e vendo incubatrici per pulcini”.

Racconta che l’anno scorso il suo titolare ha partecipato al programma e che quest’anno, la redazione di RaiUno, l’ha contattata per chiederle se poteva partecipare ad una puntata. “Mi occupo di una cosa innovativa - afferma - per questo la redazione mi ha chiamato. Le incubatrici sono delle macchine dove si mettono le uova fertili e dopo 21 giorni con una temperatura di 37 gradi e 7 nascono i pulcini. Durante la trasmissione ero un ignoto e dovevo fare la mia parte. Con gli autori avevamo valutato insieme il domandone e gli indizi. La concorrente non aveva la minima idea di che lavoro potessi fare e mi ha fatto subito il domandone. Ero l’ignoto numero 2. La concorrente ha indovinato il mestiere che faccio grazie all’ultimo indizio, cioè la frase ‘i gusci non sono io a romperli’”.

Chiara dice di essere stata a Roma circa un mese fa e che per via dell’emergenza Covid c’erano molti controlli. “Sempre indossando la mascherina, negli studi abbiamo fatto le prove e gli autori mi hanno fatto una piccola intervista - dice - ognuno di noi partecipanti aveva un camerino e poi è partita la puntata che è andata in onda senza tagli. La concorrente mi faceva le domande, ero imbarazzata perché mi rendevo conto che stavo in televisione, su Rai Uno, avevo luci e riflettori puntanti addosso”.

E’ stata a Roma tre giorni, è arrivata il mercoledì sera, la puntata è stata registrata il giovedì, e il venerdì è rientrata a Porto Viro. “Sono stata trattata molto bene, sia dagli autori, che dai redattori – aggiunge - sono arrivata in treno e un’auto è venuta a prendermi. Amadeus l’ho visto solo in puntata, è una persona molto affabile. Con noi c’era l’ignoto famoso, Claudio Lippi, una persona molto carina, è stato il ‘nonno’ di tutti, mettendoci a nostro agio. E’ stata una bella esperienza, che mi è capitata per caso”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl