you reporter

ROVIGO

Baby boom, grazie al lockdown

Si passerà da 600 a 630 nuovi nati. Il primario: “Una buona notizia in questa tragedia”

Neonato di 4 mesi muore all'improvviso in casa

Il tempo di coppia ritrovato, la mancanza di "altre distrazioni" fuori dal focolare domestico: tra tutti gli effetti negativi del lockdown, ce n’è uno positivo, il baby boom, un incremento delle nascite che i dati polesani confermano. Se lo scorso anno, infatti, in ospedale a Rovigo si sono registrati 600 parti, per la fine di quest’anno sono previsti 630 parti, con un incremento del 5% (ad Adria ogni anno nascono invece circa 250-260 bambini).

"I dati nel nostro caso sono semplici - spiega il primario di Ostetricia e ginecologia facente funzione, Francesco Ferraro - Se calcoliamo dall’inizio dell’anno al 25 novembre scorso, i nuovi nati sono stati 571. Confrontati al 25 novembre 2019, erano 552. La differenza è un aumento al momento di circa 20 bambini. Il trend è sicuramente positivo, di oltre il 3%, destinato a crescere, visti i parti cesarei che abbiamo in programma proprio nei prossimi mesi. Non sarà un aumento vertiginoso, ma in questo periodo critico e di calo delle nascite in generale, è già una buona notizia".

Considerati i 9 mesi di gestazione, i "figli del lockdown" stanno per arrivare, tranne qualche piccolo che aveva fretta di nascere ed è stato concepito a partire da marzo, e sono ancora al calduccio nella pancia delle mamme polesane.

"Ma in tutta questa tragedia possiamo dire che c’è un effetto positivo - conferma il ginecologo - Noi registriamo un 20-21% in più dei cesarei primari, e il Covid tra l’altro non ha modificato questa tendenza dunque vengono a partorire naturalmente e questo è positivo nella fase storica che stiamo vivendo".

"I parti che stiamo avendo in questo periodo sono il risultato dei concepimenti di febbraio, ma osservando i cesarei programmati per i prossimi mesi, sono assolutamente in aumento. Abbiamo almeno 4 cesarei a settimana e sono tanti. Il risultato potrebbe essere un aumento delle nascite del 5%. Il trend c’è".

Il primario sottolinea che partorire a Rovigo è sicuro e confortevole. I casi di mamme positive al Covid sono stati 4 in totale dall’inizio della pandemia. "Abbiamo una signora ricoverata per un parto da positiva. Sono stati presi tutti gli accorgimenti. Chi non ha il Covid non ha motivo di preoccuparsi, perché abbiamo percorsi del tutto separati e anche personale differenziato per pazienti Covid e non Covid. Abbiamo un’ostetrica separate e due medici in reperibilità".

Quello che spera lo specialista è che i numeri calino: "Siamo sereni, ma sempre all’erta. Ci si può accorgere all’ultimo minuto della positività e bisogna essere preparati".

Di storie d’amore finite con un pargoletto tra le braccia in tempo di Covid se ne sentono in corsia. “Anche una nostra ostetrica è rimasta incinta e ora è in attesa di un bambino concepito proprio durante i mesi di chiusura. Una ragazza giovane - sorride il primario - Lei stessa ha raccontato alle colleghe che non le sarebbe mai venuto in mente di pensare a una gravidanza se non fosse stato per la pandemia. Forse c’è stato il tempo per darsi la spinta finale. Sarà anche casuale, ma c’è stato anche più tempo per pensare, per stare a contatto con la persona amata”.

In questi anni il reparto di Ostetricia di Rovigo ha aumentato i servizi: “Abbiamo un ambulatorio interno di reparto che è occasione epr le gestanti di conoscere le ostetriche e avere materiale informativo. Abbiamo attivato un nuovo servizio di analgesia, non solo con peridurale, ma con la tens, una tecnica antalgica non invasiva, che abbassa la tensione durante le doglie. Tutti i giorni feriali dalle 8 alle 20, ma stiamo cercando di aumentare la presenza dello specialista. Abbiamo nuove sale parto e una sala operatoria inaugurata proprio in occasione della pandemia a febbraio”. Un maledetto virus, che per certi versi, non ha fermato la spinta alla vita del Polesine.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl