you reporter

FICAROLO

Hanno adottato un po’ di argine

La splendida idea del gruppo Plastic Free, guidato da Paolo Monesi, per l’ambiente

Hanno adottato un po’ di argine

06/12/2020 - 20:27

Raccolta altra plastica lungo il Po. Plastica che non raggiungerà l’Adriatico. A pensarci, anche in questa occasione, i bravissimi volontari dell’associazione Plastic Free Odv Onlus Alto Polesine, guidati dal referente Paolo Monesi: hanno regalato parte del loro tempo libero per ripulire un tratto di argine che hanno oramai preso in consegna.

"Un’altra raccolta sulla sinistra Po in Alto Polesine nel nostro #kilometroverde di Ficarolo – si legge sulla pagina Facebook del gruppo - I soliti sfalci criminali che triturano buste intere di rifiuti domestici da cui derivano poi i tanti rifiuti urbani che si trovano in acqua e in cui regna la plastica. Limoni in plastica, tubetti di creme, capsule per caffé, dentifricio, tanti frammenti di polistirolo, taniche di erbicida agricolo, pneumatici, bidoni industriali e tantissimi bastoncini resti di cotton fioc sicuramente gettati nel wc di qualche casa della pianura padana". Proprio sui cotton fioc si dovrebbe fare una piccola riflessione.

Sono davvero centinaia quelli raccolti dai volontari in un tratto di argine di qualche centinaio di metri, in un’oretta di tempo e questo dovrebbe far riflettere sulla quantità di questi "bastoncini" che raggiunge le acque del mare per poi rimanerci per decine e decine di anni. "Credetemi sono veramente tantissimi: un vero disastro ambientale – ci racconta lo stesso Monesi - Noi di Plastic Free Odv Onlus Alto Polesine abbiamo deciso di adottare questo chilometro di argine e riva del Po e raccoglieremo, per mostrare a tutti quello che ci passa sotto gli occhi, prima di arrivare in mare e fare disastri".

"Dallo scorso giugno, dopo la fine del lockdown, questo chilometro è stato oggetto di diverse raccolte sia in gruppo che individuali – continua Monesi - Sono stati raccolti circa 30 sacchi per tre quintali di rifiuti, specialmente di base plastica. Oltre ad almeno altri 200 chilogrammi di ingombranti, tra pneumatici e pezzi di automobili. Abbiamo voluto ripulire questo simbolico ‘kilometro verde’ del corso del grande Fiume per lasciarlo pulito in vista delle piene invernali. A primavera torneremo a raccogliere in quest'area di circa 10 ettari di arenile per avere una stima concreta di quanto il fiume trasporta e deposita in una stagione nelle aree golenali e di conseguenza avere un'idea approssimativa di quanto i rifiuti urbani della pianura padana contribuiscono ai disastri in mare. E’ indispensabile iniziare ad avere una maggiore attenzione al territorio. Ne va della possibilità di vivere in un territorio sano e fertile che è la base della vita umana e animale".

I volontari Plastic Free Alto Polesine che stanno partecipando all'iniziativa “adotta un kilometro” sono: Paolo Monesi referente Alto Polesine, Alberto Pellegatti, Cinzia Ottoboni, Rinaldo Costa con le figlie, Carlo e Simona Gabaldi, Concetta Costa.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl