you reporter

LA PROTESTA

"Oggi apro: e vi spiego il perché"

Silvia, titolare di Bbq Steak House: “So di rischiare, ma va lanciato un messaggio”

"Oggi apro: e vi spiego il perché"

“Domani (Oggi per chi legge, ndr) il mio ristorante sarà aperto: mi allineo ai ristoratori con #ioapro1501”. Sono le parole di Silvia Napolitano, titolare del ristorante Bbq Steak House di Porto Viro.

“Sono consapevole dei rischi e delle sanzioni a cui vado incontro – spiega l’esercente, nel dare conto della propria decisione di aderire alla protesta, estesa a livello nazionale per sensibilizzare sulle difficoltà del settore - ma sono consapevole anche che le nostre attività di ristoratori possono lavorare come lavorano i negozi di alimentari, rispettando tutte le norme sanitarie”.

“Un ristorante - prosegue Silvia, profondamente convinta delle proprie ragioni - non è più pericoloso di un supermercato affollato, di una fila di persone fuori dall’ufficio postale, di un autobus pieno di gente. Se vengono le forze dell’ordine sono disposta ad accoglierle con rispetto ed educazione. Sono cosciente di tutto quello a cui vado incontro, ma visto che le associazioni di categoria non stanno facendo nulla e le chiusure sono previste anche nei prossimi mesi ho deciso di agire e di aderire a questa manifestazione”.

“Abbiamo la necessità di lavorare per cui lo dobbiamo manifestare e far capire a chi di dovere”.

Silvia sottolinea che i “ristori”, cioè i contributi economici arrivati dallo stato non sono in linea con le entrate dei ristoratori.

“Sono quasi offensivi – continua – sono troppo bassi rispetto alle spese che dobbiamo sostenere ogni mese. Ho aperto la mia attività a febbraio 2020, tre settimane prima del lockdown generale. Eravamo appena partiti e abbiamo dovuto smettere quasi subito di lavorare. Abbiamo passato quasi un anno lavorando con chiusure e limitazioni e ora è il momento di farci sentire. Anche noi ristoratori abbiamo il diritto di lavorare ed è scritto nella costituzione, ovviamente rispettando tutte le regole anti Covid. E’ uno stato di necessità, dobbiamo lavorare. Ci stiamo sacrificando davvero tanto, anche alla luce della pochezza dei ristori che lo Stato ha deciso di mettere in campo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl