you reporter

ROSOLINA MARE

Un meraviglioso tesoro verde da studiare a fondo

Il Parco del Delta del Po entra nella rete mondiale che si prende cura dei Giardini botanici

Un meraviglioso tesoro verde da studiare a fondo

01/02/2021 - 21:05

L’Ente Parco Delta del Po è entrato a fare parte, dal 2020, dell’Associazione Mondiale Botanic Gardens Conservation: la più grande associazione scientifica mondiale per la preservazione delle specie vegetali”.

Un traguardo importante, quello tagliato dal Parco. “Il Parco - si spiega in una nota - attraverso questa associazione mondiale, sarà supportato scientificamente, nella divulgazione, progettazione e conservazione delle aree boscate e in particolare del Giardino botanico di Rosolina Mare e delle aree boscate di proprietà del parco”.

“Botanic Gardens Conservation lavora per preservare la diversità vegetale in tutto il mondo. Le stime mondiali indicano che ben una specie di piante su cinque è minacciata di estinzione, a causa di una serie di minacce per le piante e i loro habitat (perdita di habitat, sovrasfruttamento, malattie, inquinamento, cambiamento climatico, ecc.). Per preservare efficacemente la diversità vegetale in tutto il mondo, abbiamo bisogno di strumenti e informazioni disponibili per essere in grado di stabilire la priorità e capire su quali piante concentrare la nostra azione di conservazione”.

E ancora: “Con il supporto della Bgci si lavora sulla definizione delle priorità di conservazione misurando il rischio di estinzione attraverso valutazioni della lista rossa europea e nazionale. Le valutazioni scientifiche determinano lo stato di conservazione delle piante in natura, prevedendo la probabilità di estinzione entro un periodo di tempo specifico. Inoltre, verranno utilizzate le informazioni provenienti dalle collezioni di piante conservate in giardini botanici, arboreti e banche di semi di tutto il mondo per effettuare indagini in loco”.

La definizione delle priorità di conservazione è complessa e deve bilanciare una serie di fattori, tra i quali il rischio di estinzione, ma anche il costo, le possibilità di successo e molti altri fattori.

“Un ulteriore elemento di soddisfazione - spiega il presidente del Parco Moreno Gasparini - che vede il parco inserito in una rete mondiale di esperti che potranno aiutarci nella preservazione delle nostre valenze ambientali e in particolare del Giardino Botanico di Rosolina”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl