you reporter

LOCALI

Dehors gratuiti, dipende tutto da Draghi

Dopo il 31 marzo, data ultima stabilita dal decreto ristori e dalla legge di conversione per l’esenzione, cosa succederà a Rovigo?

Dehors gratuiti, dipende tutto da Draghi

11/02/2021 - 18:43

Grazie a una norma contenuta nella legge di conversione del decreto Ristori, in tutta Italia e anche a Rovigo, i pubblici esercenti sono esonerati dal pagamento della tassa per l’occupazione di suolo pubblico. A Rovigo l’opportunità, che già da maggio è stata data ai locali del Comune, ha avuto un grande riscontro da parte dei pubblici esercenti. Ma dopo il 31 marzo, data ultima stabilita dal decreto ristori e dalla legge di conversione per l’esenzione dalla tassa, cosa succederà a Rovigo?

“Lo valuteremo - risponde il sindaco Edoardo Gaffeo - intanto attendiamo cosa succederà a livello nazionale. E comunque sul tema non è così semplice per un ente rinunciare a un introito per occupazione di suolo pubblico. E’ pur sempre suolo pubblico”.

Sarà dunque il nuovo governo Draghi a prendere in mano la situazione, ammesso e concesso che - come appare - prenda forma in questi giorni. In pratica i plateatici di Rovigo, su cui tanto fanno affidamento i commercianti e anche i cittadini, dipende da Supermario.

“E’ ancora presto per definire le azioni che sceglierà l’amministrazione comunale - ribadisce l’assessore al Commercio Patrizio Bernardinello - la normativa nelle prossime settimane, con la situazione nazionale che prenderà forma, ci darà meglio la possibilità di studiare quello che potremo fare”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

19 nuovi casi e aumentano i ricoveri
CORONAVIRUS IN POLESINE

19 nuovi casi e aumentano i ricoveri

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl