you reporter

bando periferie

Il Comune si prende l’ex Maddalena

2 milioni e 490mila euro agli attuali titolari. Primo passo verso il recupero dell’immobile e del parco

Il Comune si prende l’ex Maddalena

15/02/2021 - 19:15

Poco meno di due milioni e mezzo di euro. E’ la cifra alla base dell’esproprio bonario per l’ex ospedale Maddalena. Un esproprio che ora ha il via libera ufficiale dalla determina dirigenziale del comune di Rovigo, e che sarà messo nero su bianco, in un formale accordo, nei prossimi giorni nello studio del notaio Castellani. La determina infatti ha incaricato il notaio di predisporre tutti gli atti per il procedimento.

Dunque l’esproprio dell’immobile e dell’annesso grande parco nel quartiere Commenda sta per diventare realtà. Il sindaco lo aveva annunciato nei giorni scorsi, definendo la relativa scelta “neutra per l’amministrazione comunale dal punto di vista economico e in grado di metterla in sicurezza per quel che attiene le procedure”. Una decisione che però aveva sollevato polemiche da parte dell’opposizione che lamentavano scarsa condivisione in questa scelta.

L’esproprio bonario, chiamato così in quanto prevede il consenso della parte cedente, prevede quindi un costo di 2 milioni e 490 mila euro a titolo di indennità di esproprio, da versare agli attuali titolari. Un milione e 245mila euro andranno alla ditta Reale Mario srl, una somma analoga alla ditta Cefil srl. per la registrazione dell’atto, la voltura e altre spese del notaio Pietro castellani saranno impiegati poco più si 100mila euro.

Per rendere definitivo il passaggio di proprietà e l’acquisizione dell’area da parte del Comune, ora non resta che attendere le firme nello studio del notaio.

Si tratta di uno dei passaggio dell’operazione bando periferie, che prevede la riqualificazione dell’ex ospedale Maddalena, del parco e di un reticolo di strade del quartiere Commenda. Grazie all’acquisizione dell’immobile il Comune, nelle prossime settimane, potrà agire su due fronti: da una parte la progettazione e i lavori di riqualificazione dell’immobile, cosa che in base ai vari step del progetto non dovrebbe partire prima del prossimo autunno. Sull’altro fronte il recupero del parco Maddalena, per ridare alla città un grande polmone verde. In questo caso gli interventi di pulizia, e sistemazione dell’area verde potrebbero partire prima dell’estate, per verificare la possibilità di rendere fruibile la nuova porzione di parco, o una parte di esso, nei prossimi mesi. Sta per sparire quindi, la rete arancione che da diversi anni taglia in due l’area verde, separanado la parte pubblica da quella privata. Adesso sarà interamente pubblica. “Ora - ha commentato ieri il sindaco Edoardo Gaffeo - si tratta di verificare i vari passaggi con i tecnici del Comune per pianificare interventi procedure. Il progetto del bando periferie è complesso e comprende vari passaggi. Un progetto già in corso, come dimostra l’acquisizione dell’area”.

Per quel che riguarda l’operazione riqualificazione (finanziamento del governo di 13,5 milioni di euro) è in fase di elaborazione la progettazione esecutiva. Mentre il fine lavori è fissato per il 2023. Il cronoprogramma di quella che sarà la più importante opera in città da molti anni a questa parte prevede, dopo la fase della progettazione, la gara europea per l’affidamento dei lavori, che dovrebbe durare alcuni mesi. Si arriverà così alla fine dell’estate, o all’autunno, e a quel punto potranno entreranno in azione ditte e operai. L’intervento riguarderà sia il complesso edilizio che il parco. Per prima cosa si sistemeranno le pareti esterne, tutti gli infissi e serramenti, e il tetto. A seguire si riqualificheranno i piani dell’ex ospedale, che accoglieranno archivio ed uffici comunali. Al terzo piano ci sarà il grande auditorium per eventi pubblici. Sul tetto troveranno spazio impianti e dispositivi per l’energia fotovoltaica. Il progetto sarà affiancato da quello per il rifacimento di strade e marciapiedi del quartiere Commenda, con il rifacimento totale del manto stradale, e dei marciapiedi che verranno praticamente sollevati, e risistemati con il posizionamento di fibra ottica e altre condotte dei sottoservizi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl