you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

"Caos vaccini, in vari paesi non arrivate le lettere di convocazione"

Anp Cia Rovigo segnala disservizi e carenza di informazioni per gli anziani

"Le famiglie sono costrette a pagare le rette. E sfumano i risparmi di una vita"

"Stiamo ricevendo decine di segnalazioni di anziani preoccupati e disorientati. Vogliono sapere quando verranno vaccinati. Nessuno, nemmeno i medici di base, sa cosa rispondere loro, si rischia il caos più totale". Anp Cia Rovigo denuncia una situazione a dir poco confusa. Fra le tante criticità, l’Ulss 5 Polesana ha comunicato che in molti paesi non sono nemmeno arrivate le lettere di convocazione alla prima dose del vaccino, destinate alla classe 1941, a motivo di presunti disservizi di Poste italiane. Si tratta dell’unico documento col quale si può accedere ai Cvp, Centri di vaccinazione di popolazione, dislocati in tutta la provincia.

Il cronoprogramma del piano vaccini regionale, inoltre, è quanto meno nebuloso. Perfino il sito internet della Regione, alla voce “Emergenza coronavirus”, non presenta informazioni aggiornate sulle classi che saranno via via chiamate dalle autorità sanitarie competenti. In questo momento c’è solamente un’indicazione relativa alla popolazione fra i 55 e i 79 anni: “Si partirà con la chiamata della coorte dei 79enni (nati nel 1942) e proseguendo verso le coorti più giovani”. Stop.

“Gli over 70, in particolare, vorrebbero essere messi a conoscenza del loro turno – sottolinea Anp Cia Rovigo - Vivono questa attesa con sentimenti di profonda angoscia. Ogni giorno che passa rappresenta un potenziale pericolo per la salute: alcuni soffrono di patologie importanti legate all’età, desiderano essere tutelati. Ci aspettiamo che dagli annunci roboanti adesso si passi davvero ai fatti. Non possiamo attendere oltre”.

“Com’è naturale che sia, i pensionati ripongono ogni speranza sul vaccino. Questa protezione permetterebbe loro di recuperare una vita quasi normale. Questa incertezza, invece, non fa che accrescere uno stato di ansia perenne, che va di pari passo con la grande paura del contagio. E’ per certi aspetti clamoroso che a quasi una settimana dall’inizio ufficiale della campagna vaccinale, a cura della Regione, tuttora non esista un documento con evidenziati gli appuntamenti per le varie annate".

Infine, "vengano vaccinati subito anche i volontari che accompagnano gli anziani ai centri vaccini della provincia, oltre che alle visite mediche. Queste persone sono un aiuto nelle situazioni di emergenza".

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl