you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

Case di riposo, 173 lutti in 2 ondate

Una fetta di memoria polesana cancellata dal Covid, che da un anno sta condizionando le vite di tutti e mettendo in pericolo le persone più fragili

Case di riposo, 173 lutti in 2 ondate

173 anziani che non ci sono più. Una fetta di memoria polesana cancellata dal Covid, che da un anno sta condizionando le vite di tutti e mettendo in pericolo le persone più fragili.

Le due ondate di coronavirus, la prima dello scorso marzo, la seconda scattata lo scorso settembre, hanno messo a dura prova la tenuta del sistema sanitario e delle case di riposo. Colpite in maniera pesante soprattutto nella seconda ondata della pandemia.

Dal 20 febbraio 2020 al 20 luglio dello stesso anno, il periodo della prima ondata epidemiologica in Polesine sono morti 12 anziani ospitati nelle casi di riposo in provincia di Rovigo. Un bilancio tragico, pesantemente amplificato nella seconda ondata, non ancora superata, dove i decessi fra gli ospiti delle Rsa sono stati ben 161. In tutto quindi 173 vittime, 94 in struttura, 79 in ospedale, dove erano stati trasferiti dopo il virus contratto nella casa di riposo. A questi drammatici numeri vanno aggiunte le centinaia di contagi fra ospiti e operatori delle Rsa. In Polesine, come nel resto del Veneto e d’Italia, il virus è quindi circolato ed ha colpito in modo massiccio nelle case di riposo. E solo recentemente i numeri del contagio sono scesi, anche a seguito della campagna di vaccinazione all’interno delle strutture per anziani. Risultano infatti positivi: 1 ospite della casa di riposo “San Gaetano” di Crespino; 1 ospite del centro servizi “La Residence” di Ficarolo; 2 ospiti dell’“Opera Pia Francesco Bottoni” di Papozze; 3 ospiti della casa di riposo “Sant’Anna” di Villadose.

I decessi in Polesine, invece, nelle due ondate, sono stati 410, molti di questi anziani che però non erano ospitati nelle case di riposo.

Per quel che riguarda la vaccinazione fra gli 80enni polesani, sono state vaccinate quasi mille persone. 701 anziani vaccinati fino all’altroieri, mentre ieri erano programmate 252 iniezioni dell’antidoto (102 al centro di Rovigo, 72 ad Adria, 78 a Trecenta).

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl