you reporter

ROVIGO

Sarà un’estate di spettacoli all’aperto

La maggior parte degli appuntamenti di maggio slitterà a giungo. “Sinergia con le associazioni”

Sarà un’estate di spettacoli all’aperto

L'annuncio del vicesindaco Roberto Tovo

Una stagione di prosa all’aperto per un’estate ricca di appuntamenti culturali e di intrattenimento. E’ quello a cui sta lavorando l’assessorato alla cultura di Rovigo, in collaborazione con molte associazioni della città. Il tutto nella speranza che l’emergenza sanitaria nei prossimi mesi possa allentare la sua morsa. E proprio per questo è praticamente impossibile programmare una stagione teatrale, o di appuntamenti culturali all’interno dei teatri o di luoghi al chiuso. Molto probabile che il tutto si sposti ai mesi più caldi, a partire dal prossimo giorno.

“In effetti - spiega l’assessore alla cultura Roberto Tovo - stiamo lavorando per una stagione di eventi, spettacoli teatrali ma anche concerti, per i mesi esivi e da realizzare all’aperto. La location del Censer abbiamo visto l’anno scorso che funziona molto bene e si presta ad accogliere anche un buon numero di spettatori nel rispetto delle norme di sicurezza antiCovid. L’esperienza della scorsa estate va perciò ripetuta. Ma ci sono anche tanti altri siti in città che sono ideali arene all’aperto, parlo del chiostro del monastero degli Olivetani, piazza Annonaria e altri ancora. E stiamo verificando anche la possibilità di allestire eventi in piazza XX Settembre. Anche in questo caso in collaborazione con associazioni. La nostra intenzione è di mettere in campo un calendario di appuntamenti come nell’estate 2020”. parlare di calendario per ora è prematuro: “Abbiamo diverse idee e proposte, ma occorrerà vedere come si sviluppa la situazione generale anche perché tutto dipende dalla possibilità operativa che avremo dalla primavera in avanti”.

Si prospetta, quindi, un giugno all’insegna di spettacoli dal vivo, anche perché è probabile che il fitto programma che in genere svendeva in campo in maggio si sposti, quasi in blocco, in giugno. Il festival biblico, tradizionale appuntamento del Maggio rodigino, ha già annunciato lo spostamento al mese di giugno, ed è probabile che la stessa scelta venga adottata anche da altri appuntamenti. Fra questi anche Rovigo racconta, che l’anno scorso si è tenuto in agosto, ma che negli altri anni era appuntamento fisso del mese di maggio. La pandemia potrebbe rivoluzionare anche i programmi del 2021.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl