you reporter

CORONAVIRUS

Mattarella omaggia medici e infermieri. “Patrimonio del paese”

La riconoscenza del presidente e del Paese

Mattarella omaggia medici e infermieri. “Patrimonio del paese”

Investire nella sanità, che è un patrimonio da preservare, per omaggiare i sanitari che da un anno si prendono cura di tutti noi e che, nel farlo, hanno perso la vita. È il messaggio che arriva dalla politica in occasione della prima Giornata nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato. La giornata è stata voluta per celebrare l'impegno e la passione con cui i camici bianchi hanno lavorato e continuano a lavorare per salvare vite umane: 326 i medici deceduti a causa della pandemia, come ha ricordato Filippo Anelli, presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Fnomceo).

A loro, sono arrivate le parole del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella che in un messaggio inviato proprio ad Anelli, ricorda la "prova senza precedenti" a cui è stato chiamato il settore della sanità italiana che "si dimostra più che mai un patrimonio da preservare e su cui investire, a tutela dell'intera collettività".

Il Capo dello Stato ha voluto far sentire la sua vicinanza al mondo dei medici "per rinnovare la più profonda riconoscenza del Paese verso tutti coloro che con professionalità e abnegazione si sono trovati, e tuttora si trovano, in prima linea nel fronteggiare l'emergenza pandemica che, a distanza di poco più di un anno dalla sua comparsa, ancora ci affligge". Di eroi parla anche Papa Francesco nel messaggio letto da monsignore Vincenzo Paglia nel corso della celebrazione: un "pensiero speciale" quello del Pontefice che ha ricordato "lo svolgimento generoso, e a tratti eroico, della loro professione vissuta come una missione".

La giornata è stata anche l'occasione per la politica nazionale a iniziare dal ministro della Salute, Roberto Speranza, per evidenziare che "investire sul Servizio sanitario nazionale è il modo migliore di dire grazie a chi ogni giorno si prende cura di noi". A chiedere un cambio di passo e di paradigma negli investimenti sulla sanità è anche il presidente della Camera, Roberto Fico. "Abbiamo compreso oggi che è il pilastro che regge la nostra democrazia ed è lì che dobbiamo investire", ribadisce il presidente della Camera. "Finché il Paese intero non verrà messo in sicurezza, tutte le filiere produttive non saranno in condizione di ripartire a pieno regime e ridare ossigeno ad aziende, professionisti, lavoratori. Senza salute non c'è ripresa economica", ha poi ricordato la presidente del Senato Elisabetta Casellati.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl