you reporter

IL CASO

Gli insegnanti devono tornare nella loro Regione per farsi vaccinare: sarà un esodo

Gli insegnanti che non sono residenti nella Regione in cui stanno svolgendo il loro servizio dovranno tornare nella loro azienda sanitaria di riferimento se vorranno fare il vaccino

Vaccini, l’esodo degli insegnanti: devono tornare nel loro comune per farsi vaccinare

Gli insegnanti che non sono residenti nella Regione in cui stanno svolgendo il loro servizio dovranno tornare nella loro azienda sanitaria di riferimento se vorranno fare il vaccino. Sembra incredibile ma è quanto è stato approvato all’unanimità nella Conferenza delle Regioni e delle Provincie autonome nel corso dell’incontro online di sabato scorso, documento poi inviato al governo in vista dei prossimi provvedimenti che dovrà prendere in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica.

L’ultimo paragrafo del documento, infatti, recita così: “E’ necessario che ogni Regione sia messa nelle condizioni di poter garantire la vaccinazione ai propri insegnanti residenti ed assistiti, indipendentemente dalla Regione in cui questi prestano servizio”.

Ovvero se io risiedo in provincia di Foggia ma sono un insegnante precario del Veneto, è la Puglia che mi dovrà garantire la vaccinazione, e quindi dovrò andare nella mia azienda sanitaria di residenza per riceverla.

Una stortura che costringerebbe un grande numero di insegnanti a doversi spostare, perdendo giorni di lavoro e facendo saltare giorni di lezione agli studenti, nel bel mezzo dell’emergenza sanitaria che ha vietato gli spostamenti proprio tra le regioni. E passi che si tratta evidentemente di motivazioni di salute, e quindi permesse dal dpcm, ma se ci si ragiona bene, forse avrebbe avuto più senso che le dosi fossero parametrate sul numero di insegnanti della regione, non su quelli che effettivamente hanno lì la residenza.

E’ polemica la Cisl Padova e Rovigo nel merito. Stefania Botton, segretaria territoriale della Cisl, commenta: “Dovesse essere così, sarebbe un caso da mandare alla Corte dei Conti: il 50% degli insegnanti viene da fuori regione. E’ inaccettabile”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl