you reporter

ULSS 5

Vaccini, la carica dei medici di base

Il presidente dell'ordine dei medici Francesco Noce: “Adesione massiva dei colleghi”. E ai cittadini: “E’ l’unica arma che abbiamo”

Vaccini, la carica dei medici di base

17/03/2021 - 21:37

L’Ulss 5 con il direttore generale Patrizia Simionato e il comitato aziendale con i rappresentanti di medicina generale stanno preparando il ritorno alla vaccinazione di massa. Ieri il dg ha incontrato i medici di base per discutere della programmazione in cui sono loro, che conoscono i loro pazienti e sanno meglio come intervenire, a eseguire le vaccinazioni.

Il 10 marzo, infatti, la regione Veneto ha raggiunto un accordo con le sigle sindacali dei medici di base, per coinvolgerli nella campagna vaccinale. “In seguito all’accordo regionale - spiega il presidente dell’ordine dei medici e chirurghi di Rovigo Francesco Noce - abbiamo discusso di come sviluppare e programmare la vaccinazione sulla base delle dosi che avremo a disposizione”.

Ovviamente la speranza per l’azienda sanitaria polesana, che oramai è una certezza, è che l’Ema sblocchi il vaccino Astrazeneca. Per il Polesine in prima battuta, sarebbero 5.600 persone vaccinate, che al momento rimangono in attesa, per il blocco del vaccino inglese.

“Quando Ema darà il via libera - spiega Noce - sarà importante stabilire il percorso e l’organizzazione delle strutture messe a disposizione dall’Ulss per i medici di medicina generale e quelli di guardia, anche loro coinvolti”.

Sono 160 circa in tutta la provincia i professionisti più a stretto contatto con il territorio. “Sono tutti in grado di eseguire un vaccino e tutti attrezzati con ossigeno e farmaci per eventuali reazioni avverse, ma ovviamente in questa fase per essere pronti per qualsiasi emergenza, bisogna farli lavorare in strutture organizzate con ambulanze per eventuali effetti collaterali imprevisti”.

Probabilmente i centri vaccinali verranno organizzati per accogliere i medici di base con i loro assistiti. Per Rovigo, con il Censer già pronto, non sarà un problema, ma per comuni minori, bisognerà lavorare in modo da non ingolfare la macchina. “In questo momento - continua Noce - bisogna essere il più precisi possibile”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl