you reporter

Chioggia

Ferro: “Lavori sul ponte anche di notte”

Coperti da Anas i cartelli della viabilità alternativa: i Comuni vicini non hanno dato il nulla osta

Ferro: “Lavori sul ponte anche di notte”

18/03/2021 - 23:43

Dopo i disagi e le code, il sindaco Ferro alza la voce: strappa l’ok di Anas per i lavori anche di notte e si rivolge alla Prefettura. Il primo cittadino di Chioggia ieri ha avuto dei colloqui serrati con l’ingegnere Ettore De La Grennelais, capo compartimento della viabilità per il Veneto di Anas. Oggetto della discussione ovviamente il famigerato cantiere sul ponte che attraversa il Brenta, tra i km 84,800 e 85,200 che sta causando lunghissime code sulla statale Romea. E una buona notizia, alla fine, è arrivata.

Anas mi ha assicurato che i lavori sul ponte saranno eseguiti anche di notte – spiega il sindaco Alessandro Ferro - al fine di velocizzare le tempistiche. In questi giorni il cantiere è ancora in allestimento, anche per prevedere l'illuminazione e quanto necessario per la sicurezza. Per quanto riguarda la presenza dei movieri, almeno durante il giorno, nelle ore di punta, ho avuto rassicurazioni anche su questo e spero nelle prossime ore saranno già operativi. I cartelli che, lungo il percorso della Romea, indicavano il tragitto consigliato, come si sa sono stati coperti da Anas, in quanto i comuni limitrofi non hanno concesso il nulla osta alla comunicazione della deviazione suggerita”.

E così il sindaco ha preso in mano il telefono e ha chiamato il collega di Adria Omar Barbierato e il primo cittadino di Cavarzere Henri Tommasi. “Barbierato mi ha espresso le sue difficoltà nell’assorbire parte del traffico – continua Ferro – mentre Tommasi fino a ieri non ha dato alcun cenno di risposta. Per questo motivo ho contattato la Prefettura ed ho esposto la criticità in cui ci troviamo. Un sollecito in tal senso è stato fatto anche oggi e ora attendo un riscontro: bisogna superare questo problema con una collaborazione tra territori”. Il senso unico alternato regolato da impianto semaforico non durerà fino al 5 luglio: questa data è stata indicata da Anas come termine del cantiere con un programma di lavori solo diurni. Il senso unico alternato, tempo atmosferico permettendo, dovrebbe concludersi entro due mesi.

Purtroppo - sottolinea ancora il primo cittadino - il comune di Chioggia non ha la forza, da solo, di far deviare i camion in autostrada. Ho già chiesto ad Anas di inoltrare a Cav (Concessioni Autostradali Venete Spa ndr) la richiesta di comunicare la presenza del cantiere nelle cartellonistiche. Ribadisco che l’amministrazione ha scelto di non far chiudere il ponte, ritenendo che sarebbe stato un disagio ancora più grande rispetto alle code che abbiamo oggi, per la cittadinanza e per tutti i pendolari che sono costretti a percorrere questo tratto di Romea”. La questione arriverà anche in Regione: il sindaco Ferro il prossimo lunedì ha infatti in agenda una videoconferenza con il vicepresidente della Regione, Elisa De Berti, e i sindaci coinvolti dalla tratta ferroviaria Rovigo-Chioggia. “Sarà l’occasione – conclude Ferro - per esporre anche questo tema. Ritengo che si debba fare squadra, con una progettualità a lungo termine, intorno ad interessi comuni come quelli della viabilità del territorio”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl