you reporter

ECONOMIA

“Liquidità e rilancio commerciale”

Marinese: “Impostiamo da subito il 2022, servono risorse per investire e far crescere il sistema”

“Liquidità e rilancio commerciale”

"Pensiamo da subito al rilancio del 2022, a riformare la rete delle relazioni commerciali, anche sul piano personale, per non farsi trovare impreparati quando finirà questa fase di chiusure”. Vincenzo Marinese, presidente di Confindustria Venezia Rovigo sostiene che per riportare in vita il sistema economico locale, regionale e nazionale occorre “non perdere tempo, perché chi saprà ripartire subito e ricostituire un portafoglio di clienti, commesse, rapporti commerciali, sarà in grado di riprendere prima il terreno perduto”.

Marinese sa bene che al momento “la campagna di vaccinazioni è la priorità e che bisogna accelerare per poter uscire al più presto dal sistema delle chiusure e della divisione del paese in fasce colorate. Ma allo stesso tempo è necessario non rimanere con le mani in mano in attesa delle riaperture. Da mesi, forse da un anno, ripeto che occorre programmare il 2022, sarà quello l’anno delle grandi difficoltà economiche, ma dovrà essere anche quello del rilancio. le imprese devono, da subito, anzi da ieri, coltivare le varie potenzialità di mercato. E poi tornare a costituire e valorizzare relazioni commerciali, che non possono essere limitate a incontri on line. Il web va bene, ma l’imprenditore deve anche discutere di persona, incontrare, tessere colloqui, cene e pranzi di lavoro perché è anche e soprattutto così che si fa impresa, e che si fa crescere un’azienda. Le imprese non sono entità astratte, sono fatte di persone che si rapportano con altre persone per sviluppare contatti e opportunità”.

L’altro grande aspetto che però non deve mancare al sistema produttivo è quello legato alla liquidità, “per far crescere il mondo delle imprese, e quindi dell’occupazione e lo sviluppo in generale, le aziende devono poter investire, e quindi occorre liquidità. La fiducia è indispensabile per la ripresa, ma altrettanto lo è avere risorse per investire, ristrutturare, riorganizzare. Tutte cose che gli imprenditori devono poter fare. Ecco allora che il sostegno di una pubblica amministrazione in grado di accompagnare questi processi è determinante. Allo stesso modo un sistema creditizio all’altezza. Il mondo economico-produttivo è in grandi sofferenze, ma occorre progettare la ripresa. Ve benissimo il Recovery plan, ma la capacità di investire deve essere assicurata anche al mondo delle imprese”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl