you reporter

Adria

Un piano per sostenere le imprese

Gli emendamenti di Fi e Lega: 80mila euro per le attività produttive, professionisti e partite Iva, 5mila per asili e associazioni.

Un piano per sostenere le imprese

In attesa delle decisioni che prenderà il consiglio comunale, sono arrivati ben 14 emendamenti proposti da Lega e Forza Italia. Con l’obiettivo, chiaro e definito, di sostenere l’economia adriese, soprattutto commercianti, piccole imprese e partite Iva fortemente penalizzate dalle chiusure provocate dall’emergenza sanitaria. I due partiti del centrodestra bocciano severamente la manovra finanziaria della giunta civica perché “ignora completamente – affermano – l’emergenza economica provocata dall’emergenza sanitaria”.

Questi, dunque, gli scostamenti chiesti dal centrodestra per destinarli alle attività produttive o comunque in un apposito capitolo di spesa quale Fondo straordinario per le partite Iva a seguito dell’emergenza Coronavirus. Fondi da utilizzare per la concessione, regolamentata da criteri pubblici di assegnazione da stabilire, di contributi a fondo perduto alle imprese che abbiano avuto danni economici e finanziari dalla crisi dovuti ai diversi provvedimenti, emanati a seguito della pandemia, di sospensione e/o chiusura della propria attività.

Nel primo emendamento Lega e FI chiedono di spostare 15mila euro dalle spese per manutenzioni, prestazioni e servizi vari, oltre ad assistenza informatica. Nel secondo emendamento propongono di togliere 1.000 euro dalla voce “Interventi vari di valorizzazione della città”. Nel quinto emendamento si chiede di ridurre di 2.000 le spese per il progetto “Adria che legge”. E ancora. Il sesto emendamento riduce di 3.000 euro le spese per il servizio informatico.

Quindi il settimo emendamento taglia i 15mila euro destinati alle spese per la stagione teatrale. L’ottavo emendamento prevede una riduzione di 20mila euro di spese per manutenzioni, prestazioni e servizi, prestazioni diverse di terzi, ad esempio teatro. Altri 1.000 euro, indicati nel nono emendamento, da togliere ai contributi alle città gemellate. Il decimo emendamento storna 3.500 euro per la manifestazione “Anteprima festival Voci per la libertà”.

Nell’undicesimo emendamento si chiede di spostare 2.500 euro dalle spese per comunicazione turistica. Altri 7.000 euro saltano fuori dal dodicesimo emendamento da togliere dagli interventi vari nel campo del turismo. Il tredicesimo emendamento toglie 5.000 euro dalle spese di manutenzione, prestazioni e servizi vari. Così pure dalla stessa voce, l’emendato 14 chiede di spostare altri 5.000.

Il terzo emendamento prevede uno storno di 5.000 euro dalle spese per gemellaggi per essere destinati alla scuole materne paritarie. Altri 5.000 euro, nel quarto emendamento, da togliere dalla voce “Spese per progetto di valorizzazione del territorio” per destinarli all’associazionismo. Riassumendo, le correzioni alla manovra finanziaria proposte da Lega e Forza Italia portano a dar vita a un plafond di 80mila euro per sostenere le attività produttive, 5.000 euro per aiutare le scuole materne paritarie e altri 5.000 euro per il mondo dell’associazionismo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl