you reporter

Cavarzere

“Parco da incubo, sistemiamo noi”

Furioso botta e risposta social tra cittadini e assessore sui giardini di via Moro. E i residenti insorgono: "Comune assente, ci arrangiamo".

“Parco da incubo, sistemiamo noi”

Il cancello dei giardini pubblici è pericolante, e nei social i cittadini sbottano: “La città è abbandonata, e non offre nulla per i bimbi”. Ma l’assessore al bilancio Andrea Orladin interviene: “Stanno per essere installate nuove attrazioni, costate 30mila euro: nessuno prima di noi aveva investito in quel parco”.

La segnalazione proviene direttamente dai cittadini, che lamentano le condizioni in cui si trovano i giardini pubblici di via Aldo Moro: “Uno dei due cancelli da due anni si trova in pessime condizioni, e sta per cadere anche da chiuso. I due cancelli, tra l’altro, non sono mai aperti”. Questa la segnalazione che ha aperto una discussione sui social, alla quale hanno preso parte numerosi genitori.

E l’assessore ribatte: “Se non si fa nulla non va bene, e se si fa non va bene lo stesso, perché siamo a fine mandato. Insomma decidetevi. Si fa quando si può, anche a livello di bilancio. Che io ricordi, nessuno ha mai investito in quel parco e noi quest’anno ci metteremo circa 30mila euro, quindi un investimento importante. La cosa dovrebbe essere una buona notizia, ma vedo che la volontà di polemizzare a prescindere supera ogni cosa”.

I commenti poi continuano, e tra gli altri, un cittadino lancia un appello per migliorare le condizioni dei giardini pubblici: “Visto che l’amministrazione non fa niente facciamolo noi: sistemiamo il cancello e apriamo i giardini, e per la manutenzione,, come lo sfalcio dell’erba, mettiamoci d’accordo e occupiamocene noi”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl