you reporter

COMUNE DI ROVIGO

Scontro su 1,8 milioni di euro per gli aiuti

L’opposizione contro l’amministrazione Gaffeo: “Mai così tanti soldi, ma spendeteli e fate presto”.

Scontro su 1,8 milioni di euro per gli aiuti

31/03/2021 - 19:30

E’ stato praticamente un mini consiglio comunale monotematico la commissione congiunta (1° e 2°) convocata martedì sul tema degli aiuti del Comune alle famiglie rodigine. Mancavano solo otto consiglieri, quelli della terza commissione, e poi erano tutti chiamati a discutere dall’opposizione. Quello che è emerso ha fatto insorgere tutta l’opposizione: in Comune sono fermi 1,8 milioni di fondi statali da spendere, ma l’iter burocratico li tiene fermi al palo.

"I rodigini che faticano a fare la spesa, perché non hanno soldi, e sono tanti in questa condizione, sappiano che, prima di giugno, se va bene, non vedranno buoni spesa - commenta Michele Aretusini, capogruppo della Lega - Questo perché la giunta dei tecnici e dei professori, della quale si gloriava il sindaco Edoardo Gaffeo, ha in cassa qualcosa come 1,8 milioni di euro solo di aiuti Statali per emergenza economica da Covid-19 dal 2020 ma non ha troppa fretta di spenderli, con buona pace di chi annaspa, stretto nelle spire della crisi economica”. E aggiunge: “E’ una maniera di gestire la città scandalosa, fuori dalla realtà, irrispettosa di chi ha bisogno, di chi ha sempre pagato le tasse e lavorato e ora non arriva alla fine del mese e già solo per questo si sente mortificato".

I fondi dovrebbero essere anche più di 1,8, visto che a breve per il 2021, devono essere ancora quantificati. “Quello che manca sono le capacità e la volontà di erogarli - continua Aretusini - Si indulge domandando di nuovo l'Isee a chi lo aveva già presentato alla scorsa erogazione di buoni alimentari. Pensano forse che chi era povero solo un mese fa continuando a stare chiuso si sia arricchito?”. Critiche anche sulla scelta dei metodi: “Siamo alla terza tranche e sono stati scelti tre metodi diversi”.

Fare presto, gli fa eco Mattia Moretto, di Fdi, che sottolinea come queste risorse a Rovigo non si vedevano da decenni. “Il Comune deve dimostrarsi in grado di fare presto il prima possibile”. “Purtroppo molta gente, non per responsabilità, non è stata in grado di risollevarsi da quando è scoppiata la pandemia”.

Al coro si unisce il vicecommissario provinciale di Forza Italia Andrea Bimbatti: “Ai roboanti e continui annunci di risorse a disposizione per le famiglie e per là categorie colpite dalla crisi non corrisponde un’immediata concessione di risorse che incredibile ma vero il comune ha per disponibilità proprie, regionali o nazionali a disposizione dei cittadini".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl