you reporter

IL PERSONAGGIO

“L’ottusità mette ko gli eventi”

Gianluca Masiero, avvocato penalista che esercita a Rovigo e a Padova: “Davanti ai tribunali assembramenti di gente in attesa"

“L’ottusità mette ko gli eventi”

15/04/2021 - 10:47

Gianluca Masiero, avvocato penalista che esercita a Rovigo e a Padova, è anche co-organizzatore di eventi comics. In questa doppia veste, mette in risalto una forte antitesi tra le misure adottate per contenere la diffusione del Covid-19 e la vita quotidiana di ciascuno di noi. “Da avvocato - argomenta Masiero - subisco, come tutti gli operatori del diritto che esercitano nelle aule di giustizia, il contingentamento degli accessi ai luoghi del tribunale. Regole che da una parte ispirano a una maggiore sicurezza, ma dall’altra negano la normale fruizione degli uffici”.

La giustizia è uno di quei valori che non possono essere compromessi o compressi in un periodo di così rilevante crisi. Prosegue Masiero: “Noi avvocati, e ogni altra persona che debba accedere alle aule di giustizia si trova a dover attendere il proprio turno fuori dal palazzo, con faldoni in mano e un’agenda da riprogrammare costantemente”. Il risultato che si ottiene dalle attese è quello che vediamo davanti alle scuole, alle poste e ad altrettanti uffici, dove per evitare assembramenti all’interno, li si creano all’esterno. “Se la giustizia un tempo era carente di persone e di mezzi, oggi lo è di un’organizzazione ‘cum grano salis’ che dovrebbe agire non solo nell’emergenza, ma anche in ottica preventiva”, dice Masiero.

Masiero però, come detto, non si occupa solo di giustizia, ma è anche co-organizzatore di spettacoli ed eventi a tema Comics, un settore che da tanto tempo non vede crearsi assembramenti. L’avvocato è lapidario nei confronti delle misure che vengono adottate a livello nazionale e che vietano lo svolgersi di eventi organizzati: “Attualmente l’associazione Citizens events, di cui sono direttore eventi, ha già pronto un palinsesto per il futuro, ma fintantoché l’ottusità dei numeri e delle regole fissate dai tecnocrati non lasceranno spazio al buonsenso, saremo costantemente al ko tecnico. Trovo sconcertante il fatto che un evento svolto all’aperto, nel rispetto dei percorsi e delle distanze, debba essere sospeso, mentre le grandi affluenze sui mezzi pubblici, le file ai supermercati e le lunghe attese davanti agli uffici siano ‘autorizzate’. Le persone hanno più che mai bisogno di tornare fuori e rivivere tutte quelle emozioni che mancano da troppo tempo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl