you reporter

ROVIGO

"Ora non diventi l'ennesima isola di degrado in città"

Appello di Michele Aretusini a tutta la politica per il centro commerciale Le Torri

Soldi per chi apre negozi in centro

Michele Aretusini, capogruppo della Lega in consiglio comunale a Rovigo

15/04/2021 - 10:50

"Ora la priorità assoluta è evitare che il centro commerciale Le Torri diventi l'ennesimo edificio abbandonato al degrado, ritrovo di sbandati e microdelinquenza. Non solo: credo si debba avere la certezza assoluta di salvare dalla chiusura il supermercato, punto di riferimento per tantissimi rodigini, molti dei quali anziani, grazie anche a un enorme parcheggio, gratuito per i clienti": a lanciare l'appello è Michele Aretusini, capogruppo della Lega in consiglio comunale a Rovigo, dopo la notizia dell'imminente ritiro dei permessi commerciali alla struttura di vendita che sorge in via Sacro Cuore, alle porte del centro, mai decollata davvero.

Ritiro che potrebbe portare a un dimezzamento del centro che, di sicuro, non gioverebbe a un'area già in buona parte deserta e nella quale problemi di ordine pubblico non sono, in alcune occasioni, mancati. "Non entro nel merito della vicenda imprenditoriale del centro commerciale Le Torri - spiega Aretusini - mi limito a intervenire su due punti fondamentali sui quali, a mio avviso, la politica ha l'obbligo di battersi, senza distinzione di colori e appartenenze, dal momento che stiamo parlando di valori universali, come la sicurezza della comunità e l'attenzione ai servizi per i cittadini e soprattutto per gli anziani".

"Sul primo versante è evidente che, al di là di un fallimento imprenditoriale, che è questione essenzialmente privata, vi sia ora un importante problema di sicurezza, che è, al contrario, problematica di interesse pubblico primario: l'ampia area, su più livelli, del centro commerciale, non deve assolutamente  essere abbandonata a se stessa, come con un ulteriore ridimensionamento potrebbe accadere, col rischio di divenire ritrovo e rifugio di sbandati e isola di illegalità. Una preoccupazione non peregrina, se si pensa che, già nei mesi e negli anni scorsi, non sono mancati interventi delle forze dell'ordine in zona".

"Per quanto riguarda, invece, l'aspetto dei servizi, è evidente a tutti coloro che minimamente conoscano Rovigo come, pur in una struttura che mai ha funzionato appieno, il supermercato del centro commerciale sia sempre stato, invece, un punto di riferimento fondamentale per tantissimi rodigini e moltissimi anziani, facilitati anche dalla presenza dell'ampio posteggio, sue due livelli, sotterraneo e sopraelevato, tra l'altro gratuito per i clienti: una vera e propria manna dal cielo, in una città nella quale il problema posteggi non è cosa da poco. Pare che l'attività del supermercato sia destinata a proseguire: speriamo sia così, ma deve proseguire in una ottica di sicurezza e tutela per clienti e per dipendenti, come non è scontato avvenga in una struttura semivuota".

"Ecco, quindi - chiude Aretusini - che la politica ha, a mio avviso, in questo caso, una missione chiara: non creare una nuova isola di abbandono e illegalità in centro e, allo stesso tempo, impedire che un punto di riferimento essenziale per tante presone venga meno, o vada incontro a difficoltà di fruizione. Lavoriamo tutti assieme per portare a casa questo risultato".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl