you reporter

Chioggia

Stecco: “Tari, nuovi ristori pronti ad arrivare”

Rispetto ai plateatici, la collega Cavazzana: “La proroga fino a giugno non ne preclude altre”

Stecco: “Tari, nuovi ristori pronti ad arrivare”

16/04/2021 - 01:15

“La sensibilità sulla Tari e su altre questioni legate all'emergenza che stiamo vivendo, l’amministrazione l’ha sempre dimostrata e continuerà a farlo anche in futuro”. L’assessore al Bilancio Daniele Stecco risponde a tutte le critiche arrivate da Ascom sulla mancanza di aiuti per la Tari (tassa sui rifiuti) e sulla proroga dell’ampliamento gratuito dei plateatici fino a giugno. “A marzo dell’anno scorso – ricorda Stecco - abbiamo sospeso tutti gli adempimenti amministrativi con il Comune, rimandando il pagamento della Tari, le varie rateizzazioni in corso, la Cosap, la sospensione per tre mesi dell’imposta di soggiorno, reso gratis i parcheggi della città, sospeso le rette degli asili e il pagamento delle concessioni delle associazioni sportive che utilizzavano spazi e palestre dell'ente, tutto questo nell’ottica di aiutare il cittadino nei mesi più difficili”.

L’anno scorso abbiamo messo a disposizione a bilancio le risorse necessarie (600mila euro) per coprire il minor gettito della Tari - ricorda - da parte dell’utenza non domestica che aveva subito la sospensione delle attività economiche, stanziamento che è stato richiesto dai contribuenti solo in parte: 330mila euro, il cui rimanente vogliamo mettere a disposizione per il 2021, valutando l’aggiunta di eventuali nuove risorse che si potranno nel frattempo rendere disponibili da ulteriori stanziamenti dal Governo e da impiegare per il sostegno delle attività economiche in difficoltà”.

Stecco assicura i commercianti che gli aiuti arriveranno anche quest’anno: “Con Veritas stiamo prestando attenzione alle richieste delle categorie che hanno subito ripercussioni dalle zone arancioni e rosse, nel cercare di individuare le modalità di posticipare i pagamenti a dopo l’estate e soprattutto concedendo dei contributi tramite bando per il pagamento della parte variabile della Tari, per quelle categorie economiche che sono rimaste chiuse a causa delle restrizioni e che non hanno prodotto rifiuti. Inoltre, a fronte di oltre 2 milioni di euro non incassati dal Comune per le bollette 2020, non è stata intrapresa alcuna azione di sollecito, anzi, si sta pensando ad un piano di rientro, a dimostrazione che questa amministrazione non vuole pesare sui contribuenti”. “Stessa cosa per l’acconto 2021 emesso nel primo trimestre - conclude - non è nostra intenzione procedere con solleciti per il ritardo del pagamento e chi farà richiesta e avendo titolo potrà ottenere il contributo per ridurre il tributo. Inoltre, è stato dato mandato agli uffici di applicare interamente nel 2021 la riduzione della tariffa Tari del 9.66%, pari a circa 900 mila euro, deliberata a fine 2020 dal consiglio comunale, indipendentemente dal piano economico finanziario 2021, che il Bacino approverà entro il prossimo giugno”.

Sui plateaci è l’assessore al Commercio Genny Cavazzana a smorzare la polemica: “Aver prorogato fino a giugno non significa precludere la possibilità di una successiva ulteriore proroga. L’ampliamento gratuito delle occupazioni di suolo pubblico, per la posa di tavoli, sedie ed ombrelloni è già stato rinnovato per tre mesi a gennaio; poi ad aprile fino a giugno. Anche su questo tema, la disponibilità dell’amministrazione c’è per venire incontro alle attività della ristorazione colpite dalla crisi”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl