you reporter

CIA E COLDIRETTI

Agriturismi, boccata d’ossigeno

Cia e Coldiretti intervengono sulle riaperture dei locali all’aperto:

Agriturismi, boccata d’ossigeno

17/04/2021 - 20:40

Soddisfatti della ripresa delle attività i 50 agriturismi polesani, che possono riaprire. Sia Cia che Coldiretti commentano positivamente lo spiraglio di apertura. “Le attività sono state ferme da un anno - sottolinea il presidente di Cia Rovigo, Giordano Aglio - Lo scorso anno hanno perso proprio il periodo clou della primavera. Non eravamo nelle condizioni di fronteggiare un ulteriore stop forzato nel momento più importante dell’anno”. Non saranno certo i contributi a fondo perduto previsti dal Decreto Sostegni, secondo le stime di Cia in provincia sono in arrivo circa 20 milioni di euro per le aziende che hanno subito danni dal 30% in su tra il 2019 e il 2020, a colmare i mancati guadagni.

L’appello del presidente al mondo dell’Horeca e ai consumatori “in una congiuntura è che preferiscano il made in Italy, supercontrollato, genuino e garantito. Le scelte dei cittadini possono contribuire a tenere in piedi un comparto strategico per l’intero sistema Paese”.

Per quanto riguarda il DL Sostegni, la relativa richiesta potrà essere presentata dai soggetti titolari di partita Iva che abbiano appunto subito perdite di fatturato, tra il 2019 e il 2020, pari ad almeno il 30%, calcolato sul valore medio mensile. Il nuovo meccanismo ammette pure le imprese con ricavi fino a 10 milioni di euro, a fronte del precedente limite di 5 milioni di euro. “Ma questi numeri risultano comunque fuori dall’ordine di grandezza delle nostre attività – puntualizza Aglio – Molte sono a conduzione familiare, con pochi dipendenti”. Le istanze vanno presentate all’Agenzia delle Entrate entro il prossimo 28 maggio. Siccome vale il principio del “chi prima arriva, meglio alloggia”, Cia Rovigo consiglia di non prendersi all’ultimo. Il contributo arriverà direttamente sul conto corrente indicato, intestato al beneficiario, o come credito d'imposta, da utilizzare esclusivamente in compensazione.

Coldiretti, invece, preme sulle aperture serali. “L' apertura serale vale l’80% del fatturato di 26 mila esercizi tra ristoranti, pizzerie e mille agriturismi veneti provati dalla chiusura forzata che ha travolto a valanga interi settori dell’agroalimentare regionale che vale un fatturato di oltre 7miliardi di euro”. E' quanto afferma Coldiretti nel commentare favorevolmente l'ipotesi emersa in cabina di regia per l'emergenza Covid con arrivo zone in giallo rafforzato a partire dal 26 aprile. Riaprire l’attività salverebbe le aziende agrituristiche venete che possono contare su ampie aree all’esterno per assicurare il necessario distanziamento a tavola. Coldiretti Veneto ricorda che la misura è attesa da molti operatori agrituristici dopo i vari stop and go dall’inizio della pandemia che hanno tagliato i redditi degli operatori con perdite di fatturato incalcolabili se si considerano i 30 milioni in un solo mese per la cancellazione di cerimonie ed eventi legati a battesimi, matrimoni e altro. Gli agriturismi, peraltro, spesso situati in zone isolate in strutture familiari con un numero contenuto di posti letto e a tavola e con ampi spazi all’aperto, sono forse – sottolinea la Coldiretti – i luoghi più sicuri dove è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza per difendersi dal contagio fuori dalle mura domestiche. L’agriturismo svolge un ruolo centrale per la vacanza Made in Italy post covid perché contribuisce in modo determinante al turismo di prossimità nelle campagne italiane per garantire il rispetto delle distanze sociali ed evitare l’affollamento” sottolinea Diego Scaramuzza presidente di Terranostra nel precisare che “nelle campagne italiane le distanze si misurano in ettari e non in metri”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl