you reporter

Chioggia

C’è un posto al tavolo della lettura

Aperte le candidature per far parte del coordinamento del Patto.

C’è un posto al tavolo della lettura

L’amministrazione comunale di Chioggia cerca i componenti per un tavolo di coordinamento e monitoraggio tecnico, già composto da assessore, dirigente e funzionario del servizio cultura, coordinato anche dalla biblioteca civica Cristoforo Sabbadino.

Questo grazie al Patto per la lettura, processo partecipativo che ha come obiettivo proprio quello di creare una rete territoriale coordinata da un tavolo appositamente istituito e di riconoscere l’importanza della lettura e dei libri per lo sviluppo di ogni individuo.

Infatti, Chioggia ha ottenuto il riconoscimento di “Città che legge” dal Centro per il libro e la lettura (Cepell), istituto autonomo del Ministero per i beni e le attività culturali e il turismo, che promuove anche il Patto per la lettura. Una grande valore aggiunto per la città, che va a sommarsi tra i vari aspetti che potrebbero far ottenere a Chioggia anche il titolo di capitale italiana della cultura nel 2024.

Inoltre, il Patto prevede: un componente rappresentativo di ciascun ordine e grado di scuola, compreso il nido, un componente rappresentativo degli istituti culturali comunali, ovvero museo e biblioteca civica, almeno cinque componenti dell’associazionismo, di cui uno dell’associazione Pro loco Chioggia e Sottomarina, uno dell’università popolare Oselladore e uno dell’associazionismo legato alla pratica sportiva in laguna e infine, un componente per la filiera del libro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl