you reporter

Chioggia

Romea, la soluzione non convince

I comitati di frazione dopo l’incontro sindaci-prefetto: “Non ci sentiamo rassicurati”.

Romea, la soluzione non convince

Le soluzioni del prefetto non convincono i comitati delle frazioni di Chioggia: “Via i camion dalla Romea per ridurre l’impatto del cantiere del ponte sul Brenta”. I presidenti dei comitati civici Walter Baldin di Sant’Anna, Guido Mantovan di Cavanella d’Adige, Ortensio Crepaldi di Ca’ Lino e Isolaverde, Davide Tiozzo di Ca’ Bianca e Giuliano Fiorindo di Valli di Chioggia hanno scritto un comunicato congiunto per ribadire le loro richieste.

Le proposte emerse durante l’incontro tra il prefetto e i sindaci di Chioggia e Cavarzere e Cona (autostrada consigliata ai mezzi pesanti e eventuale deviazione delle auto verso Adria e Cavarzere) sono ritenute troppo blande e inefficaci. “Esprimiamo tutto il nostro dissenso su quanto deciso all’incontro a cui hanno partecipato il prefetto, i sindaci e l’Anas - spiegano i presidenti - non ci sentiamo per nulla rassicurati dal punto di vista della sicurezza e della stabilità statica di tutto il ponte sul Brenta, sia nella campata interessata dagli attuali lavori che per le altre due. Chiediamo tempistiche certe sull’esecuzione e sul termine dei lavori. Inoltre è già capitato che delle ambulanze rimangano intrappolate dal rosso del semaforo perdendo minuti preziosi per salvare la vita a dei nostri compaesani. Una soluzione per i mezzi di soccorso va assolutamente trovata”.

Ma soprattutto, i presidenti dei comitati, chiedono la deviazione dei mezzi pesanti in autostrada: Resta imprescindibile per noi - si legge ancora nella nota - impedire di percorrere il ponte ai mezzi superiori alle 3,5 tonnellate, con dovute deroghe per il trasporto locale. Bisogna obbligare e non solo consigliare gli autotrasportati a percorrere l’autostrada, non solo durante questo cantiere, ma anche nelle fasi della realizzazione della rotonda di Valli di Chioggia e per gli altri lavori previsti in futuro sulla statale Romea”. Le polemiche quindi non accennano a placarsi e sullo sfondo è sempre più possibile l’organizzazione di una manifestazione di protesta.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl