you reporter

Adria

Quelle parole di don Fabio da far venire la pelle d’oca

I ringraziamenti del sacerdote alla comunità, dopo la perdita dell'amata madre.

Quelle parole di don Fabio da far venire la pelle d’oca

E’ ancora forte l’emozione vissuta venerdì pomeriggio nella chiesa di San Vigilio per l’ultimo saluto a Cecilia Boscolo, la mamma di don Fabio Finotello, parroco dell’unità pastorale San Vigilio – San Rocco. Emozioni forti e indimenticabili, soprattutto quando il sacerdote si è accostato all’ambone per l’omelia ed ha ricordato i momenti più difficili e dolorosi dell’ultimo periodo di vita della mamma.

E attraverso le parole del figlio, Cecilia ha saputo dare una straordinaria e insuperabile lezione di vita: nonostante le pesanti sofferenze portate avanti per 20 anni, ha sempre lottato per la vita, ha sempre atteso con speranza l’arrivo del Signore. E don Fabio ha ricordato la commovente immagine di papà Mario che, soprattutto negli ultimi tempi, aiutava la mamma a fare qualche passo: in quel gesto di naturale e spontaneo amore don Fabio ha visto “la più bella danza della vostra vita”. Parole, come hanno confessato tanti dei presenti in chiesa, che hanno fatto venire la pelle d’oca.

Don Fabio ha poi ringraziato tutti per la calorosa vicinanza. “Desidero esprimere – afferma - sentimenti di gratitudine che io e il papà proviamo per le moltissime persone che si sono strette a noi in questo momento. Percorrere le vostre parole i vostri nomi in queste ore ci ha offerto un grande abbraccio e una grande fraternità: i vostri volti, uno per uno, ci ricordano tantissime relazioni di cui si è arricchita nel tempo la nostra famiglia”.

E ancora: “Siamo grati al vescovo Pierantonio che ha preso parte al nostro dolore insieme ai molti sacerdoti, alle parrocchie di San Vigilio e di San Rocco che sono state una grande famiglia che, anche pubblicamente, ha voluto esprimere la propria solidarietà. A quanti hanno preparato con cura, amore e bellezza la celebrazione pasquale delle esequie di mamma Cecilia. A quanti hanno preso parte alla preghiera in queste ore e si sono uniti anche con un semplice messaggio. Alla scuola dell'infanzia Santa Teresa del Bambin Gesù, alle suore carmelitane, al consiglio di presidenza e a tutte le famiglie della comunità scolastica che in questo pomeriggio hanno offerto il segno grande ed eloquente della sospensione di ogni attività. Ai medici e alle infermiere che hanno curato la mamma con professionalità e umanità. A quanti dell’amministrazione della nostra Città di Adria hanno manifestato una partecipazione fraterna. Alle amiche della parrocchia di San Vigilio, dove la mamma abitava, e della Caritas, che l'hanno soccorsa nella sofferenza finale, a quanti hanno contribuito all'opera di bene proposta sostenendo l'Istituto oncologico veneto di Padova. A quanti hanno posto qualunque segno di aiuto concreto alla nostra famiglia. Grazie, grazie, grazie”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl