you reporter

PETTORAZZA

“Pulite le aree verdi di proprietà”

Multe fino a 400 euro per chi non si occuperà delle piante e dei terreni incolti vicini alle strade

“Pulite le aree verdi di proprietà”

Gianluca Bernardinello, sindaco di Pettorazza Grimani

Il sindaco Gianluca Bernardinello ha emanato un’ordinanza rispetto alle attività di manutenzione della vegetazione incolta per la prevenzione di rischi per l’igiene pubblica: ai trasgressori potrà essere applicata una sanzione amministrativa fino a 400 euro. “All’interno del territorio comunale si rileva la presenza di terreni incolti per i quali i proprietari tralasciano qualsiasi tipo di intervento di manutenzione, con la conseguente crescita non controllata di vegetazione spontanea - così inizia l’ordinanza sindacale - sono presenti aree private a confine con strade comunali o vicinali che determinano problemi di visibilità, con conseguente pericolo per la viabilità, a causa della mancata regolazione di siepi o potatura di alberature sporgenti oltre il ciglio stradale che in alcuni casi ostruiscono i fossi”.

Queste aree incolte, come rilevato dal sindaco, potrebbero favorire la proliferazione di animali, in particolare di ratti, serpi ed insetti nocivi come la zanzara tigre. “L’abbandono e l’incuria possono creare problemi di igiene, di salute pubblica e di rischio per la propagazione di incendi con conseguente grave pregiudizio per l’incolumità delle persone e dei beni - continua il documento del sindaco - e viene ordinato ai proprietari, conduttori e detentori a qualsiasi titolo di aree agricole non coltivate e ai responsabili di strutture artigianali e commerciali con annesse aree pertinenziali, di procedere agli interventi di pulizia che dovranno essere eseguiti periodicamente in maniera da garantire la perfetta pulizia e manutenzione dei luoghi”.

Gli interventi che dovranno essere eseguiti, come da ordinanza, quindi, sono lo sfalcio dell’erba e della vegetazione in genere e la sua rimozione, la regolazione delle siepi, il taglio di rami delle alberature e la conseguente rimozione delle ramaglie e dei rifiuti nelle aree private che si trovano nelle vicinanze di abitazioni ed in particolare nelle aree private vicine a strade ed altre aree pubbliche, così da tutelare la viabilità. Il sindaco, inoltre, avverte che in caso di inosservanza dell’ordinanza, ai trasgressori sarà applicata una sanzione amministrativa a partire da 100 fino a 400 euro, che sarà stabilita dal regolamento comunale di polizia rurale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl