you reporter

TURISMO

Voglia di viaggi, ma tanta incertezza

Per Rovigo e Delta: “C’è interesse anche dall’estero per trekking e tour in bicicletta”

Voglia di viaggi, ma tanta incertezza

Nicola Guarnieri di Fulvia Tour

27/04/2021 - 20:31

La voglia di viaggiare, di evadere, c’è, ma la paura e l’incertezza sono ancora prevalenti. Così da almeno due settimane i siti delle agenzie viaggi e dei tour operator locali hanno ricominciato ad accogliere gli utenti, i front office dispensano notizie, informazioni e la programmazione è timidamente ricominciata, ma ancora non decolla. “Siamo al 10% - commenta Nicola Guarnieri di Fulvia Tour - Rispetto al 2019 non c’è nemmeno un paragone. A causa dell’incertezza e della confusione sulle regole, siamo in stand by. L’ufficio gruppi è attivo al 50% mentre al front office si alternano i dipendenti”.

Si fa fatica a proporre mete all’estero, per via della quarantena richiesta da alcuni paesi. La pianificazione non va d’accordo con la pandemia. Per le mete estere ci sono gruppi formati che sono in attesa di regole chiare. “C’è un gruppo di giovani che si è già formato per andare a studiare inglese in Irlanda - fa un esempio Guarnieri - ma ovviamente si aspetta perché tutto può cambiare da una settimana all’altra”.

Fulvia Tour organizza anche tour in Veneto e in Polesine. E dal suo osservatorio nota anche interesse da parte degli stranieri al nostro territorio: “Ci sono pacchetti a tema archeologia, o sul Delta del Po. C’è interesse da parte di stranieri su Rosolina e Albarella. Vanno molto i pacchetti con trekking e giro in bicicletta per le vie delle valli. E poi va molto la costiera Amalfitana, la Sicilia e la Campania. Ma finora abbiamo tutte pre-iscrizioni, siamo costretti ad aspettare”.

Per le crociere, che pure sono partite, con la Costa crociere, “c’è un po’ di interesse ma al momento i clienti chiedono, non si sono siglati molti contratti”.

La voglia di ripartire la sente da metà marzo anche Cam Viaggi. “La gente non vede l’ora di viaggiare - commenta Alessia Barnes una dei soci dell’agenzia - Noi organizziamo gruppi nei bus sanificati, con distanziamenti garantiti. Trenta 35 persone su una capienza di 54. Viaggiamo in tutta Italia, da nord a sud. Vanno moltissimo Sicilia e Sardegna con la speranza che tornino in zona gialla”. La programmazione è cambiata con la pandemia. L’Italia si visita in lungo in largo, anche il Molise riscuote molto successo, ma l’estero è pressocché bandito. “Per via della quarantena richiesta, abbiamo deciso di eliminarla per ora dalla programmazione - spiega Barnes - anche perché i clienti devono essere sereni quando viaggiano e quando tornano dal viaggio”.

La fascia di persone che vogliono tornare a viaggiare è tra i 40 e i 70 anni. “Il desiderio è uscire di casa, tornare a vedere qualcosa di diverso e muoversi. Socializzare, perché no, nonostante tutte le restrizioni - conclude Alessia - incontrare nuovi volti”.

Anche Cam Viaggi, che non ha mai chiuso i battenti, ma ha sempre lavorato alla programmazione, è ancora con lo staff non al completo.

E mentre due agenzie hanno abbassato definitivamente le saracinesche a Rovigo, i concorrenti commentano: “Ci dispiace, è un colpo al cuore. Dispiace sempre perché chi fa il nostro lavoro lo fa per passione”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl