you reporter

Chioggia

Tutti per la capitale della cultura

Il consiglio comunale approva all'unanimità un atto di indirizzo che appoggia la candidatura di Chioggia

Tutti per la capitale della cultura

Anche il consiglio comunale appoggia la candidatura di Chioggia a capitale della cultura 2024. Nella seduta di ieri è stato votato un atto di indirizzo che impegna l’amministrazione comunale a mettere in atto tutte quelle strategie politiche, finanziarie, economiche e relazionali, che permettano di avanzare con successo la candidatura, partecipando e istituendo un Comitato tecnico scientifico per l’elaborazione del dossier che accompagni il lavoro di presentazione istituzionale e pubblica. L’idea di candidare Chioggia a capitale della cultura 2024 è partita da un gruppo di cittadini e, piano piano, ha coinvolto sempre di più la città con numerose adesioni di associazioni di ogni tipo al progetto. Ora arriva anche l’impegno ufficiale del consiglio comunale ad appoggiare l’iniziativa con ogni mezzo possibile. Nell’atto di indirizzo si evidenzia come “la candidatura risulta essere una grande opportunità per rilanciare l’attenzione sul territorio locale che spesso viene trascurato”.

“Immensa gioia sapere che si sono dei cittadini innamorati e orgogliosi di questa città come me – ha commentato la consigliere pentastellata Daniela Sassi - lo spirito innovativo che hanno deve essere assolutamente fatto proprio da tutti i cittadini di Chioggia. Hanno avuto delle idee geniali e molto particolari. Chioggia è una città conosciuta, ma non come dovrebbe esserlo. Deve essere valorizzata: offre a chi la viene a visitare cultura, arte, turismo, storia, tradizione. Spero che Chioggia possa diventare capitale della cultura 2024 e invito tutti a unire le forze per far sì che questo possa accadere”.

“Abbiamo bisogno di questi stimoli, di provare a rilanciare Chioggia – è intervenuta Barbara Penzo, segretaria del Pd – c’è bisogno di attivare i giovani e ho apprezzato molto l’intenzione di coinvolgere anche le scuole. C’è tanto lavoro da fare e tutti devono mettere il proprio pezzetto per portarci al traguardo. La nostra realtà ha solo che da guadagnarci da iniziative di questo tipo”.

Sulla questione è intervenuto anche il consigliere Leonardo Ranieri di ChioggiaViva: “l’argomento meritava un consiglio comunale ad hoc. La candidatura di Chioggia può essere affrontata solo se viene migliorata. Non possiamo pensare di potercela fare con la città in queste condizioni. Alcune cose vanno sistemate assolutamente in fretta e mi riferisco soprattutto all’arredo urbano. Lavoriamo tutti in questo senso e facciamo sì che questa sia una occasione unica”.

Domenico Zanni di Chioggia è libera, si dice “molto favorevole, ma bisogna partire a 300 all’ora. Abbiamo città molto importanti che si candidano con noi e quindi dobbiamo essere pronti e sistemare tutto quello che non va nel nostro territorio”. L’atto di indirizzo è stato votato all’unanimità dal consiglio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl