you reporter

Chioggia

Ponte sul Brenta, ancora dall’Anas

Il primo cittadino giovedì a Venezia, ha voluto che fossero presenti i tre consiglieri regionali chioggiotti

Ponte sul Brenta, ancora dall’Anas

La vicenda dei lavori sul ponte sul Brenta si arricchisce di una nuova puntata: sindaco e consiglieri regionali domani a colloquio con Anas. Sul tavolo, ovviamente, il contestato odiato e cantiere che, anche nella giornata di ieri, ha fatto registrare lunghe code sulla statale Romea. E, ovviamente, l’incontro di domani si aprirà proprio con questo tema e con delle domande a cui Anas dovrà rispondere. Il primo cittadino Alessandro Ferro ha chiesto la partecipazione dei tre consiglieri regionali Marco Dolfin della Lega, Jonatan Montanariello del Pd e Erika Baldin del Movimento 5 stelle e, salvo impegni dell’ultimo minuto, tutti dovrebbero essere presenti.

In particolare ci si aspetta una conversazione di fuoco tra Anas e il consigliere Dolfin che, proprio ieri, ha annunciato l’intenzione di organizzare una manifestazione sulla statale Romea per protestare contro il cantiere e le sue tempistiche. Facile prevedere cosa chiederà il consigliere del Carroccio: lo stop dei lavori fino a fine estate al termine della sistemazione delle prima campata del ponte. Un’ipotesi che aveva reso pubblica già due giorni fa: “Avviare i lavori di notte – aveva detto Dolfin – significherebbe ormai recuperare solo una o due settimane rispetto all’attuale data di chiusura del cantiere. Troppo tardi anche per rendere concreta la possibilità di dirottare i mezzi pesanti sull’autostrada: una procedura complicata che richiedeva un intervento immediato e diretto da Roma. I lavori andrebbero fermati fino a fine estate. Non si può pensare che i nostri turisti stiano ore in coda fino a luglio inoltrato (e questo nella migliore delle ipotesi) per raggiungere Sottomarina e Isola Verde”.

Ma il cantiere sul ponte sul Brenta non sarà l’unico argomento affrontato. Il sindaco intende portare all’attenzione di Anas anche altri interventi in programma: la realizzazione delle pensiline per le fermate degli autobus extraurbani e la realizzazione della rotonda all’incrocio della frazione di Valli di Chioggia. Questa andrebbe ad eliminare il semaforo a chiamata e a fasce orarie di accensione attualmente presente e renderebbe più facile e sicuro l’ingresso alle frazioni di Valli di Chioggia e di Piovini. Il territorio attende questo intervento da tantissimo tempo e ad Anas verranno chieste le tempistiche per la sua realizzazione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl