you reporter

REGIONE

Scuole e strade, ecco 800mila euro

Via le barriere architettoniche e attenzione a istruzione e sicurezza. “Risorse preziose”

Scuole e strade, ecco 800mila euro

05/05/2021 - 00:03

Lavori pubblici per quasi 800mila euro, immediatamente cantierabili, in 12 Comuni polesani. La giunta regionale, su proposta della vicepresidente e assessore ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti, Elisa De Berti, ha approvato il secondo programma di riparto, per il 2021, dei finanziamenti in conto capitale per la realizzazione di opere di interesse locale di competenza delle amministrazioni comunali di importo fino a 200mila euro, mediante scorrimento della graduatoria approvata nel luglio dello scorso anno e modificata con successivi aggiornamenti, a seguito delle rinunce ai finanziamenti formulate da alcuni Comuni. “Ai 5 milioni di euro disponibili nel 2020, grazie ai quali abbiamo finanziato le prime 118 istanze ritenute ammissibili - spiega De Berti - abbiamo stanziato quest’anno ulteriori 5 milioni di euro che, attraverso lo scorrimento della graduatoria, consentono di soddisfare altre 86 domande di contributo di altrettanti Comuni”.

Così, nell’ordine, Taglio di Po riceverà 28mila euro per l’adeguamento dell’impianto di illuminazione dello svincolo tra la Romea e via Kennedy; a Pincara andranno 55.840 euro per abbattere le barriere architettoniche in centro; a Badia assegnati 32.888 euro per la ricostruzione dell’illuminazione nelle frazioni; a Corbola quasi 90mila euro per sistemare le scuole Alighieri e Viola, con la sostituzione degli infissi; ad Arquà 70mila euro per realizzare la mensa nella scuola primaria; a Occhiobello 79mila euro per eliminare le barriere architettoniche a Santa Maria; a Stienta 48mila euro per rinnovare la palestra delle scuole medie; a Lusia 138mila euro per una piastra polivalente in via Don Pezzolo; ad Ariano 39.900 euro per rinnovare la sala polifunzionale nella primaria; a Fratta 100mila euro per il miglioramento sismico della palestra; a Canda 22mila euro per la manutenzione dell’antica scalinata di piazza Dante, e a Guarda 68mila euro per l’abbattimento delle barriere architettoniche nelle zone residenziali.

Si tratta di cofinanziamenti “a fondo perduto” per la realizzazione di progetti di opere di varia natura: ristrutturazione, riqualificazione, ammodernamento e ampliamento di scuole e impianti sportivi, abbattimento di barriere architettoniche in strutture ed edifici pubblici, interventi di efficientamento energetico e nuovi impianti di illuminazione, messa in sicurezza di percorsi ciclopedonali e della rete viaria. “Questa modalità di finanziamento dei lavori pubblici di interesse locale di importo fino a 200mila euro ha riscosso un notevole successo nell’ultimo decennio e, in questo periodo di pandemia, risulta ancora più preziosa per le amministrazioni locali, costrette a fare i conti con l’impoverimento dei propri bilanci. I Comuni - conclude l’assessore De Berti - potranno intervenire utilizzando le deroghe previste dal decreto Semplificazioni”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl