you reporter

SCUOLA

Alunni in Dad, mascherine a scuola

I plessi non sanno più dove stoccare i dispositivi del commissario. Che gli studenti non usano

Alunni in Dad, mascherine a scuola

08/05/2021 - 20:07

Gli studenti le chiamano mascherine “a mutanda” o “papaline”, e sono ormai diventate famosissime in tutti gli istituti non solo polesani ma di tutta Italia. Sono le mascherine consegnate alle scuole dall’ex super commissario Arcuri, con tanto di logo della presidenza del consiglio sulla confezione. Il significato dei soprannomi è facile intuirlo: da quando sono arrivate per la prima volta, ancora nel 2020, queste mascherine sono state indossate più come mutande o come copricapo, con tanto di selfie che hanno spopolato sui social, che come dispositivi di protezione individuale.

E pensare che l’arrivo delle mascherine non si è mai fermato, nemmeno mentre gli studenti si trovavano in Dad. Al ritorno in classe infatti, puntuale come ogni volta, è avvenuta la consegna della mascherine rimaste in magazzino agli studenti e avanzate. Gli istituti ormai non sanno più dove metterle e a chi ne fa richiesta ne consegnano addirittura un pacco in più rispetto alle 10 canoniche, una al giorno. Inizialmente vi era l’obbligo di indossarle, ma dopo poco quest’obbligo è rimasto in poche scuole primarie mentre alle superiori nemmeno il personale scolastico le indossa più.

Abbiamo gli armadi pieni di confezioni di queste mascherine. Anche se chiamarle mascherine è un complimento. Abbiamo smesso da tempo di ritirarle perché tanto non le mettiamo e sarebbe uno spreco prenderle per poi buttarle”, spiega una studentessa. Infatti già dalle prime consegne sono stati diversi gli studenti che si sono rifiutati di ritirarle. “Puzzano di chimico, respirare con quelle mascherine addosso è impossibile”, ha detto un altro. E l’odore non è l’unico problema: infatti molti si sono lamentati delle dimensioni. Gli elastici per indossarle infatti non sono come quelli delle normali mascherine da infilare dietro le orecchie, ma sono due grosse fasce da far passare dietro la testa, molto scomode a lungo andare e praticamente impossibili da indossare per molte ragazze e per chi ha dei capelli ricci e voluminosi. “Stare cinque ore con quelle mascherine addosso è impossibile, si fatica a respirare e stringono”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl