you reporter

Chioggia

La soluzione per la sagra del pesce

L’assessore Penzo svela l’idea: “Spalmarla in più zone della città e in momenti diversi”.

La soluzione per la sagra del pesce

09/05/2021 - 17:49

Un’estate di eventi a prova di Covid e una soluzione per non rinunciare alla sagra del pesce: l’assessore Isabella Penzo pronta a dare la scossa all’estate di residenti e turisti.

“Siamo ottimisti - esordisce - c’è la consapevolezza che non saranno permessi i grandi eventi, ma l’anno scorso abbiamo visto che, programmando eventi più contenuti ed organizzandoli bene, si riesce comunque ad avere un buon successo. E’ stato il caso, ad esempio, della musica sui ponti fatta assieme ad Arteven e che prevedeva piccole esibizioni musicali in più punti del centro storico sempre nelle vicinanze di uno dei nostri storici ponti. Possiamo già dire che questa esperienza la ripeteremo anche quest’anno. Proprio oggi arriverà in giunta una delibera degli eventi estivi, anche se c’è la grossa incognita del coprifuoco. Una delle cose che ci piacerebbe molto riprogrammare è il cinema all’aperto, ma dobbiamo capire quali saranno le decisioni del governo: noi speriamo che da metà giugno il coprifuoco venga tolto e si possa così fare degli eventi serali senza il problema dell’orario. Nella delibera che arriverà in giunta ci sarà anche il calendario degli eventi organizzati con Arteven. Daremo spazio soprattutto alle famiglie e ai bambini: i più colpiti dal punto di vista dello svago e del divertimento da questa pandemia. Verranno organizzate quindi le favole sul ponte di Vigo e gli spettacoli teatrali di “piccoli inchiostri”.

Poi ci sarà la rassegna musicale curata dall’associazione lirico musicale clodiense. La location principale sarà palazzo Grassi”. Capitolo spinoso quello della sagra del pesce: “Ovvio che la tradizionale sagra in corso del Popolo con sette stand non si può fare - racconta la Penzo - c’è già stato un primo incontro con gli operatori e le associazioni di categoria. Altri ne seguiranno. Al momento l’idea è quella di farla spalmata in un arco temporale maggiore e in più zone del territorio in momenti diversi. Ad esempio in piazze o parcheggi. Ci stiamo lavorando: ovviamente gli stand dovranno avere tutti lo stesso numero di posti e rispettare tutte le normative in materia di Covid. Ma siamo fiduciosi e continueremo a dialogare anche con Asl e commissariato per capire se ci sono spiragli per non cancellarla”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl