you reporter

SAN MARTINO DI VENEZZE

“Sindaco e giunta si dimettano”

Fabiano Bosetti attacca: “Non si capisce perché le scuole riprendono il 10 maggio, ma parchi chiusi fino al 16 maggio”.

“Sindaco e giunta si dimettano”

09/05/2021 - 15:34

A San Martino di Venezze c’è insoddisfazione per l’ordinanza numero 5 del 2021 di chiusura di parchi e aree verdi e di divieto di assembramenti in luoghi pubblici dal giorno 6 maggio 2021 al giorno 16 maggio 2021 compresi, emessa dal sindaco Vinicio Piasentini.

Nell’ordinanza, si legge: “Considerato, inoltre, che si verificano situazioni di assembramenti e mancanza di rispetto delle disposizioni sull’utilizzo dei sistemi di protezione individuale nei parchi e nelle aree verdi del territorio comunale, soprattutto da parte della popolazione più giovane; ritenuto, conseguentemente, di vietare l’accesso alle aree verdi e ai parchi comunali dal giorno 6 maggio 2021 al giorno 16 maggio 2021 compresi”.

I cittadini lamentano la restrizione da zona rossa per il comune proprio quando le temperature primaverili incoraggiano le attività all’aria aperta. Il gruppo di persone che compongono “L’Officina delle Idee” interviene in merito all’ordinanza che impone la chiusura dei parchi e delle scuole non comprendendo le reali preoccupazioni che hanno generato questa decisione.

In una nota il gruppo commenta: “Non sono stati mostrati dati oggettivi che impongano la necessità di chiudere le scuole riguardo all’acuirsi del virus in molti bambini, senza però evidenziare i dati reali all’8 maggio per poterli comparare con quelli che hanno portato alla chiusura un mese fa. Inoltre - spiega Fabiano Bosetti a nome del gruppo - l’amministrazione comunale ha organizzato il 7 maggio, seguendo le direttive della Asl 5 Polesana, un pomeriggio dove i bimbi delle scuole locali si sono recati presso l’Auditorium del comune per sottoporsi al tampone di verifica. Nei fatti si sono dovute raccogliere oltre 500 persone (bimbi più accompagnatori) creando un assembramento certamente più pericoloso di quelli evidenziati nei parchi soggetti alla chiusura. Un’assoluta mancanza di disposizioni utili alla pianificazione che ha generato malcontento e fastidio nelle persone e una notevole preoccupazione per i futuri e possibili effetti della concentrazione delle persone che hanno notato l’assenza ed il silenzio del sindaco. Noi dell’Officina delle Idee chiediamo al sindaco e giunta di dimettersi poiché la maggioranza dei cittadini lo chiede in quanto la salute pubblica è un bene primario ed è dovere del sindaco salvaguardarlo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl