you reporter

partecipate

Rovigo contro Occhiobello per As2

Attacco al sindaco Coizzi: “Lascia fuori Ecoambiente dalla società”.

"Anche quest'anno ci dimostriamo una azienda sana e all'altezza"

14/05/2021 - 17:22

Il Comune di Rovigo attacca il sindaco di Occhiobello per aver rilevato le quote As2 di Badia anziché lasciarle ad Ecoambiente per il suo ingresso nella società. E’ l’assessore alle partecipate Andrea Pavanello a dire chiaramente che “Il Comune di Rovigo constatata la irremovibilità del Comune di Occhiobello nel voler acquisire la quota posseduta dal Comune di Badia di 400 euro corrispondente allo 0,17% del capitale sociale, rinuncia al proprio diritto di prelazione sulla suddetta quota”.

il Comune di Rovigo precisa che “non si è riusciti a far capire, o meglio il Comune di Occhiobello non ha voluto saperne, di accettare un’operazione in cui entrambe le parti coinvolte, AS2 ed Ecoambiente, e quindi tutti i comuni ed enti polesani potevano trarne solo che vantaggi”. Il tutto parte dalla delibera del consiglio comunale di Badia del 17 febbraio 2021 con la quale viene deliberata la volontà di fuoriuscire da AS2.

“Il Comune di Rovigo si è adoperato in tutti i modi al fine di persuadere il socio maggioritario, Comune di Occhiobello, a non esercitare il diritto di prelazione e così di consentire l’entrata nella compagine sociale della società Ecoambiente Srl. Come risaputo sia AS2 che Ecoambiente sono di proprietà dei Comuni ed enti della provincia di Rovigo, per cui al di là delle diverse percentuali di possesso possedute dai vari enti, gli interessi combaciano. Il 30 marzo 2021 Ecoambiente prima, poi il Comune di Occhiobello e successivamente il Comune di Rovigo comunicavano di voler esercitare il diritto di prelazione. Bisogna precisare che Ecoambiente, non essendo socio, sarebbe potuta subentrare solo nel caso in cui nessun socio avesse esercitato il diritto di opzione”.

L’indomani della comunicazione, il Comune di Rovigo si attivava con il sindaco di Occhiobello per far comprendere gli interessi sottostanti al fatto che Ecoambiente potesse entrare nel capitale sociale di As2, “Si è anche organizzato un incontro con l’amministratore delegato di Ecoambiente che ha sintetizzato i vantaggi, consistenti nel permettere l’affidamento diretto ad Aa2 di importanti servizi altrimenti sottoposti al limite della soglia, l’affidamento di servizi al ‘socio’ Ecoambiente avverrebbe infatti secondo la modalità del in house providing; inoltre ai servizi attualmente svolti da AS2 sarebbe stato possibile estendere anche altri servizi di progettazione e direzione lavori a favore di una società, appunto Ecoambiente, in forte crescita”.

Così facendo Ecoambiente invece che rivolgersi direttamente ad As2, “si troverà di fronte all’obbligo di rivolgersi al libero mercato, indicendo una gara pubblica e arricchendo società esterne anziché la società dei cui il Comune stesso è socio. Occhiobello potrà portare a casa ben lo 0,17% di capitale di As2 in più. Lavorare per il bene comune in Polesine sembra essere molto più difficile che in altre realtà”. Il Comune di Rovigo chiude: “E’ bene che le responsabilità del perché ciò accade sia reso pubblico”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl