you reporter

Sanità

Noce: “I sanitari no vax stiano a casa loro”

Fiducia nella campagna vaccinale per l’estate: “Bel tempo e copertura dovrebbero aiutarci”

Noce: “I sanitari no vax stiano a casa loro”

16/05/2021 - 23:26

Gli otto dipendenti delle case di riposo di Belluno hanno perso: il tribunale del lavoro ha dichiarato prevalente la salute dei soggetti fragili che entrano in contatto con gli operatori sanitari rispetto alla libertà di chi non vuole vaccinarsi. Il tema dei no vax tra le professioni sanitarie è ancora cocente, anche in Polesine, visto che nelle strutture non residenziali, che in teoria dovrebbero essere coperte dalla vaccinazione, sono risultati positivi tre ospiti (in particolare nella residenza San Salvatore di Ficarolo), e tre operatori tra il Centro servizi “Villa Tamerici” di Porto Viro, la casa di Risposo “Città di Rovigo” e la residenza per anciani “Villa Agopian”.

Il presidente dei medici chirurghi e odontoiatri di Rovigo, Francesco Noce è chiaro nella sua posizione: “Chi non vuole vaccinarsi per motivi ideologici, è bene che stia a casa”. La campagna, precisa tuttavia il presidente dei medici “sta procedendo bene. Attendiamo le dosi dei vaccini e siamo sempre in attesa di queste. I medici curanti non sono ancora entrati in campo proprio perché non ci sono vaccini e speriamo che arrivino presto, perché prima ci si vaccina, prima si mette in sicurezza la nostra estate, che potrà essere più libera dei divieti e dalle restrizioni”. Per la bella stagione Noce è ottimista: “Ci aiuterà il tempo e le vaccinazioni. Sarà certamente un’estate più tranquilla ma è sempre prudente mantenere una certa prudenza, questa non deve mancare mai con il Covid”.

Tornando al tema degli operatori sanitari che si rifiutano di vaccinarsi, il presidente Noce parla dei suoi: “Di medici no vax in Polesine non ne ho contezza. Ho chiesto all’Ulss 5 il dato, me lo doveva comunicare, ma ancora lo attendo, quindi non ho un dato certo. So che alcuni non hanno potuto fare il vaccino perché erano malati di Covid e prima di tre mesi o sei mesi non si possono vaccinare, altri per motivi legati a patologie. O perché erano fuori, quindi saranno richiamati. Alla fine della giostra vedremo quanti saranno. Ma ribadisco, tutti quelli che per motivi ideologici non vogliono vaccinarsi stiano a casa loro. Comunque di medici, no, non ci sono no vax. Forse fra infermieri e Oss, ma è un comportamento irragionevole”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl