you reporter

l’iniziativa

Tutti insieme per liberare il Po

L’ideatore è Paolo Monesi di Ficarolo: “48 eventi, 16 in Veneto, per ripulire e monitorare”

Tutti insieme per liberare il Po

18/05/2021 - 20:46

Un Po prima del mare. Tutto è pronto sull’asta del Grande Fiume, da Melara a Porto Tolle, per il grande evento che si terrà domenica prossima, organizzato da Plastic free onlus, l'associazione operativa su tutta la penisola per sensibilizzare sulla tematica dell’inquinamento da plastica. La onlus, nata nemmeno due anni fa, è riuscita con i suoi tanti progetti a spiccare nel panorama dell'ambientalismo nazionale e ormai è attiva ovunque, grazie anche alla sua concretezza e alla presenza capillare degli oltre 800 referenti.

“Sono nato e cresciuto a Ficarolo, con il Po a due passi - spiega Paolo Monesi, referente Alto Polesine - e il problema dei rifiuti trasportati dal grande fiume lo conosco bene. Da lì è scoccata la scintilla: organizzare un mega evento di pulizia che coinvolgesse tutte le quattro regioni attraversate dal suo corso. Lo scopo chiaramente non è solo pulire sponde e argini del Po ma anche accendere i riflettori sul problema dell'inquinamento fluviale, dal momento che i fiumi sono i principali vettori dei rifiuti urbani che inevitabilmente finiranno nei mari impattando sull'ecosistema marino e, di riflesso, sul nostro”.

Monesi, dopo aver trovato l'appoggio della Onlus è, di fatto, diventato il project manager dell'evento e dopo alcuni mesi di intensa pianificazione, coordinamento interno e coinvolgimento di sponsor, università, istituzioni locali e regionali si è arrivati a chiudere il cerchio. Domenica 23 maggio saranno dunque ben 48 le tappe di pulizia dal Piemonte alla foce, con il Veneto che potrà vantare il record di appuntamenti: 16. Conclude Riccardo Mancin, referente per la regione Veneto: “Sono davvero felice che 16 Comuni rivieraschi abbiano aderito con entusiasmo al progetto: Melara, Bergantino, Castelmassa, Ficarolo, Gaiba, Stienta, Occhiobello, Guarda Veneta, Polesella, Adria, Villanova Marchesana, Papozze, Ariano nel Polesine, Taglio di Po, Porto Viro, Porto Tolle. Si passa dal confine con la Lombardia alle spiagge del Delta, percorrendo tutta la provincia di Rovigo. E' una occasione unica per dare risalto a tutto il Polesine, per viverlo e, come spesso succede, scoprirlo".

“Per maggiori dettagli sui singoli appuntamenti organizzati in Polesine nei comuni rivieraschi è possibile entrare nella pagina Facebook Plastic Free Veneto e Plastic Free Rovigo mentre per registrarsi gratuitamente è sufficiente andare nella sezione Eventi del sito www.plasticfreeonlus.it” fa sapere il referente dell’associazione per la città di Rovigo Diego Fenza.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl