Cerca

IPAB DANIELATO

Parte la nuova cucina interna

Il centro cottura della casa di riposo è in funzione. Presto l'inaugurazione del centro diurno

Parte la nuova cucina interna

Parte il servizio della nuova cucina interna della residenza per anziani Andrea Danielato: è stata progettata e strutturata per rispondere a tutti i requisiti funzionali ed igienico-sanitari, e dotata di attrezzature all’avanguardia, per somministrare i pasti ai 73 ospiti presenti. A breve si terrò anche l’inaugurazione del nuovo centro diurno.

E' stata attivata ufficialmente a partire da ieri, 18 maggio, la nuova cucina interna della residenza per anziani Andrea Danielato, grazie alla quale i residenti potranno beneficiare di un servizio di ristorazione attento alle loro esigenze, con proposte di piatti legati al gusto e alla tradizione, oltre ad avere menù che seguiranno la stagionalità. L’inaugurazione si è svolta lunedì scorso, con la presenza del sindaco di Cavarzere Henri Tommasi, del presidente dell’Ipab Fabrizio Bergantin, del cda e della direzione; la cucina ed il personale sono stati presentati ad un pubblico ristretto, in base alle norme di sicurezza vigenti.

“La cucina è situata al piano terra della struttura, interamente progettata e strutturata per rispondere a tutti i requisiti funzionali, ed igienico-sanitari previsti, oltre che dotata di attrezzature all’avanguardia - ha spiegato il sindaco - Il servizio cucina prevedrà la predisposizione quotidiana dei pasti per tutti i residenti della struttura (73 utenti attuali)”. La brigata di cucina si è presentata in questi giorni al personale ed ai residenti ed è composta da tre figure: il capocuoco Franco Fusetti, e i cuochi Paola Girotti e Gilberto Fanton.

Peraltro, la cucina è in stretta collaborazione con il servizio di logopedia, per gestire al meglio le esigenze dei residenti con difficoltà deglutitorie: l’obiettivo è garantire la sicurezza nell’assunzione del pasto, e al tempo stesso continuare a rendere questo momento piacevole. “Una particolarità della nostra cucina è data anche dal fatto che i nostri cuochi potranno beneficiare anche dell’utilizzo di verdure, spezie ed aromi a chilometro zero, in quanto l’orto della nostra struttura, curato amorevolmente da alcuni nostri residenti offre una vasta gamma di prodotti genuini, dall’orto alla tavola, e con grande soddisfazione dei nostri anziani che vi hanno dedicato tempo e cura”, ha informato il personale della struttura.

“Nel frattempo i lavori per l’ampliamento della nuova struttura stanno continuando e a breve verrà inaugurato anche il centro diurno - ha concluso il sindaco di Cavarzere Henri Tommasi -, struttura adiacente alla residenza. I lavori stanno procedendo velocemente, e breve sarà a pieno regime, e avremo la possibilità di avere 20 ospiti in più. La struttura diventerà un fiore all’occhiello non solo per la comunità cavarzerana, ma anche per i territori circostanti”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy