you reporter

Lendinara

“Quanto amavi i tuoi cinque figli!”

Lo straziante addio a Cristian Barcaro: “Eri un uomo buono e un amico per sempre”

“Quanto amavi i tuoi cinque figli!”

19/05/2021 - 00:14

Nella mattinata di ieri la chiesa di Santa Sofia ha riunito i familiari e gli amici per l’ultimo saluto a Cristian Barcaro, 40enne di Lendinara, deceduto poco dopo il tragico incidente stradale sulla regionale, a Badia Polesine, che lo ha visto coinvolto nelle scorse settimane. “Non si trovano le parole”, ha detto don Alberto Rimbano, parroco di Santa Sofia, che ha officiato le esequie insieme alla comunità, che si è stretta intorno alla moglie Tamara, ai figli Nicholas, Isabella, Michael, Jacopo e Bryan, alla mamma Gabriella, alla sorella Monica e al fratello Marco. “Sono tanti gli amici presenti – ha detto don Alberto – e ciascuno porta sicuramente nel cuore non solo un ricordo ma la bellezza di un’esperienza, di un momento. È così che vogliamo ricordare Cristian”.

Cresciuto a Ramodipalo, dove ha trascorso la propria infanzia, poco più che ventenne ha conosciuto Tamara e dato vita a una famiglia numerosa. Nella vita ha fatto prevalentemente il muratore, ora era alla ricerca di un’occupazione. “Sembrava averla trovata, doveva iniziare, ma un terribile incidente ha fatto sì che la sua vita si spezzasse. Conosciuto da tanti come un buono, lascia un vuoto incolmabile nella sua famiglia”. In questi giorni così difficili, tante persone si sono fatte avanti in vari modi per dimostrare la vicinanza alla famiglia e anche per dare il proprio contributo concreto. “Credo sia un’azione che deve continuare anche per il futuro, così davvero potremo portare insieme le difficoltà della situazione e garantire alla famiglia di Cristian di non sentirsi sola”.

Un amico lo ha ricordato vivace, amante della compagnia, “sempre fra gli ultimi ad andarsene, mai stanco di scherzare, di cantare e di ballare. Ti vedo mentre guardi con gli occhi pieni d’amore i tuoi figli, mentre li prendi in braccio e raccomandi di non diventare matto come lo sei stato tu. Ti ricorderemo sempre come il matto Cristian, il matto buono, disponibile, scherzoso e vivace. Ti ricorderemo mentre sfrecci con la tua Vespa a ruota alta e corri felice incontro alla vita”. Un saluto toccante, che si è concluso con l’addio del piccolo Michael, che ha voluto dire al padre: “Lo so che da lassù ci guardi e ci proteggi, io e i miei fratelli e la mamma. Non devi mai avere paura di niente, perché se mai avrai bisogno di qualche cosa noi ci saremo sempre nel tuo cuore”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl