you reporter

Rugby Peroni Top10

Zambelli dà la carica: “Ci credo”

Il patron della Rugby Rovigo: “Nel finale ho pensato di non farcela. Ora battiamo il Petrarca, per la rivincita del 2011”

Zambelli dà la carica: “Ci credo”

24/05/2021 - 09:22

“Vincere così all’ultimo minuto è una gioia grande. Un’emozione che mi da la fiducia che andremo a vincere anche a Padova. Io ci credo”. Ha la voce spezzata il patron rossoblù, Francesco Zambelli, dopo la vittoria al cardiopalma al Battaglini. Ha voluto raggiungere i suoi giocatori al centro del campo per festeggiare nonostante la fortissima emozione. Ma nelle sue parole c’è la felicità di chi ci aveva sempre creduto, nonostante questa volta fosse veramente difficile. L’impresa di ieri della Rugby Rovigo, contro il Calvisano, diventerà una delle partite più significative della storia del rugby, poche sono infatti le squadre che sono riuscite a recuperare. In questo modo, poi.

Molte volte in campionato abbiamo perso all’ultimo minuto - ha continuato il presidente dei Bersaglieri - ma questa volta ci siamo noi dall’altra parte, e all’ultimo minuto abbiamo vinto. Con il pubblico meraviglioso che abbiamo a Rovigo poi, è stato ancora più bello. Sono contento della risposta che hanno dato i tifosi, nonostante le procedure da seguire. Mi dispiace molto che in tanti non abbiano potuto essere al Battaglini oggi per godersi questo momento incredibile. L’obbligo del certificato da presentare all’ingresso insieme al costo del biglietto ha scoraggiato la gente, la capisco. In molti hanno preferito seguire la partita da casa. Stavolta la fortuna ha sorriso a noi, nel finale ho pensato veramente di arrivare ad un passo dal successo ma di non farcela, invece ci è andata bene. Faccio complimenti ai giocatori e anche all’allenatore. L’influenza di Menniti-Ippolito avrebbe potuto scoraggiare la squadra ma invece li ho visti tutti convinti di potercela fare, e così è stato. Ci bastava segnare quella meta e ce l’abbiamo fatta. Questa vittoria pareggia un po’ di conti aperti con il Calvisano ma la vera rivincita sarebbe conquistare questo scudetto per ripagare quello che ci ha sottratto il Petrarca nel 2011, è difficile ma ci credo. Dopo la partita oggi siamo consapevoli di essere forti in mischia ma anche di avere un buon gioco nei trequarti, dove ci destreggiamo bene. Oggi abbiamo fatto degli errori certo, ma sono state più le gioie che i dolori”.

Infine il patron Zambelli ha speso parole di elogio per Coronel, che in campo ha sfoggiato un’ottima prestazione nonostante le poche presenze di quest’anno: “Sono contento per come ha giocato Coronel, stamattina l’avevo incoraggiato. Gli avevo detto che oggi era il suo giorno, nonostante avesse giocato poco in stagione. Sono molto contento anche di Cozzi che ha sostituito bene Menniti-Ippolito”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl