you reporter

SOCIALE

Iras, la bomba che lascia tutti zitti

Iras, la bomba che lascia tutti zitti

Casa Serena, Iras

25/05/2021 - 19:51

Una protesta davanti alla sede dell’Iras da parte delle sigle sindacali, un’interrogazione in consiglio comunale al sindaco sul tema della casa di riposo e del suo dissesto (“è una situazione complessa - è stata la prima risposta del sindaco Gaffeo - non mi sottraggo alla risposta, ma ci stiamo lavorando”). E anche dopo la ricomposizione della crisi di maggioranza, le notizie sul caso Iras si vengono a sapere a spizzichi e bocconi. Dai risultati, per esempio: l’ipotesi di un accantonamento fondo rischi a Bilancio di 3,2 milioni che riesumati dall’accantonamento per il lodo Baldetti, sono nuovamente bloccati per ripianare le perdite di Iras. Quale sia il progetto sottostante ancora non è dato sapere.

Anche l’assessore ai Servizi Sociali Mirella Zambello alla domanda non risponde, prende tempo.

I tempi, invece sono stretti e stringenti, come dimostra la preoccupazione dei sindacati per i 180 dipendenti. “L’immobilismo che ha caratterizzato il rapporto fra gestione commissariale Iras e sindaco del Comune rischia di portare ad una bolla di sapone il corposo progetto di investimenti che, per il tramite dell’agenzia Ater avrebbe portato dalla Regione circa 2 milioni di liquidità, fondamentali per il risanamento dell’ente”, hanno fatto sapere nella recente protesta, che incita la politica e l’amministrazione di Rovigo a farsi avanti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl