you reporter

SANITA’

E’ già partita l’indagine interna

Simionato: “Capire l’accaduto ed eventuali responsabilità”. Barbierato: “Perdita dolorosa”

E’ già partita l’indagine interna

26/05/2021 - 11:08

L’azienda sanitaria Ulss 5 polesana vuole far piena luce sulla triste vicenda del decesso in ospedale di un’anziana signora mentre i familiari sono rimasti all’oscuro per ben una settimana. Il direttore generale Patrizia Simionato invia prima di tutto “le più sentite condoglianze alla famiglia”, in primis ai figli Gabriele e Pietro Bellettato.

Quindi rende noto che “in relazione alla mancata comunicazione del decesso della signora A.B. ai suoi familiari, avvenuto nei giorni scorsi nell’unità operativa di medicina trasfusionale di Adria, l’azienda Ulss 5 polesana comunica che è stata già avviata un’indagine interna per valutare le circostanze di quanto accaduto e le eventuali responsabilità. Il direttore generale, qualora dal procedimento disciplinare dovessero emergere comportamenti non adeguati da parte del personale coinvolto, si impegna fin d’ora ad assumere ogni iniziativa di sua competenza”. Quindi l’Ulss 5 vuole capire se qualcosa non ha funzionato come previsto, perché è successo e impedire in maniera assoluta che altri casi del genere possano ripetersi in futuro.

Tristezza e dolore anche nelle parole del sindaco Omar Barbierato. “Esprimo il mio più vivo cordoglio alla famiglia della signora deceduta in ospedale senza che la famiglia sapesse della scomparsa – afferma il primo cittadino - Sicuramente l’Ulss 5 farà chiarezza su questo incidente che purtroppo ha reso questo momento ancora più doloroso per i familiari”.

La vicenda ha suscitato un’ondata di sconcerto in città anche perché l’ospedale adriese è unanimemente riconosciuto per l’alta professionalità e umanità del personale medico, infermieristico e ausiliare. Ma il clamore mediatico è andato ben oltre i confini polesani. Infatti i figli sono stati contattati da Canale 5 per partecipare alla trasmissione di Barbara D’Urso e raccontare questa triste vicenda. “Abbiamo rinunciato ad andare in televisione per evitare eventuali strumentalizzazioni – riferiscono - chiediamo soltanto che venga fatta chiarezza e giustizia. Apprezziamo l’iniziativa dell’indagine avviata dall’Ulss 5 e attendiamo una risposta”. Intanto lunedì i due fratelli formalizzeranno la loro denuncia attraverso il proprio legale di fiducia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl