you reporter

IL FESTIVAL

Il Maggio deve ancora venire e il “Biblico” adesso raddoppia

L’evento culturale di ispirazione religiosa quest’anno vivrà un’anteprima ad Adria

Il Maggio deve ancora venire e il “Biblico” adesso raddoppia

27/05/2021 - 19:25

Torna la “Primavera della cultura” tingendosi dei colori d’inizio estate. Dopo la forzata interruzione nel 2020 a causa della pandemia, il “Maggio rodigino”, quest’anno posticipato nel mese di giugno, si avvia a diventare la prima grande manifestazione culturale della “ripartenza” a Rovigo, un promettente risveglio dopo il forzato e lungo letargo, che aprirà la stagione estiva.

E’ di ieri l’annuncio ufficiale, anche se la notizia era nell’aria da qualche tempo, data in una conferenza stampa al Digital Urban Center alla presenza di Virgilio Santato, il presidente della Fondazione per lo Sviluppo del Polesine, ente promotore della manifestazione, insieme all’assessore alla cultura del patrocinante Comune di Rovigo Roberto Tovo, alla quale hanno partecipato i rappresentanti delle istituzioni coinvolte ed i protagonisti degli eventi in programma dal 5 al 27 giugno. “E’ con il cuore pieno di speranza - ha annunciato Santato - che ci prepariamo a ritrovare la nostra comunità cittadina per riprendere il cammino forzatamente interrotto, più ricchi e meno distratti”.

L’articolato progetto nasce da una rete di condivisione e sostegno fatta di varie istituzioni e realtà, con il contributo di molti volontari ed il sostegno della Fondazione della Banca del Monte di Rovigo, di Asm Set e di Credem Banca, oltre al supporto dell’Accademia dei Concordi. Protagonisti i Festival, organizzati dal Conservatorio Venezze di Rovigo, il Festival Biblico e Rovigo Comics, che animeranno i quattro weekend di giugno, con un’importante novità, nata dalla contingenza, che usufruirà solo degli spazi aperti, ad eccezione della chiesa della Rotonda, tra i quali protagonisti in assoluto i giardini delle Due Torri con l’adiacente piazza Matteotti, in omaggio ai 1100 anni del castello di Rovigo, le cui celebrazioni proseguono quest’anno.

Aprirà i giochi il Festival Venezze con quattro eventi musicali (il 5, 6, 12 e 13), dedicati ai neodiplomati in tempo di Covid, comprensivi di tutti i dipartimenti: dalla musica classica, al jazz e pop per una variegata proposta dal canto gregoriano, alle musiche medievali e successive fino al contemporaneo, con il contributo del dipartimento di musica applicata alle immagini, culminanti - hanno annunciato il presidente Fiorenzo Scaranello e il direttore Vincenzo Soravia del conservatorio rodigino - nell’originale “concerto-catena” di domenica 13 per i vari luoghi chiave del capoluogo.

Seguiranno il Festival Biblico dal 18 al 20 giugno (con un’anticipazione a sorpresa ad Adria il 12-13 giugno) e il Festival Comics il 26-27 giugno. Ognuno dei tre festival sarà presentato in apposite conferenze e il programma dettagliato di tutti gli eventi uscirà nel sito www.maggiorodigino.com.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl