you reporter

VIABILITA’

Piano traffico, meno auto sul Corso

Bernardinello: “Ascolteremo tutti”. La Fiab: “Utile introdurre il senso unico nell’arteria”

Piano traffico, meno auto sul Corso

29/05/2021 - 17:34

La prossima settimana la giunta Gaffeo discuterà la delibera per iniziare la procedura di Valutazione ambientale strategica relativa al Piano generale del traffico urbano. Sui contenuti riserbo totale, da parte dell’assessore Patrizio Bernardinello, anche perché i temi del traffico a Rovigo sono sempre stati oggetto di critiche e del piano generale del traffico si parla dall’epoca di Piva, ma di fatto non è stato mai attuato, mentre alcuni cambiamenti sulla viabilità sono stati spot e spesso mal digeriti dai rodigini. Uno dei temi sul tavolo della Giunta sarà l’ampliamento della Ztl su Corso del Popolo. Un intervento che a più riprese è stato dichiarato da componenti della Giunta (ultimamente anche dall’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Favaretto, che ha proposto di reintrodurre i cubi contro la sosta selvaggia), ma che nessuno vuole ancora mettere nero su bianco.

“Inizieremo la procedura per la Vas - si limita a dire Bernardinello, abbottonatissimo - Nel dibattito pubblico sugli indirizzi che seguirà, già dal mese di Giugno i cittadini e gli stakeholders saranno chiamati ad esprimersi sul complesso delle scelte che andranno a delineare la futura viabilità cittadina. E’ un appuntamento importante per impostare un percorso condiviso. L'amministrazione comunale utilizzerà le possibili soluzioni tecniche per favorire l'indispensabile partecipazione dei cittadini nel rispetto della stringente normativa anticovid.Questa prima fase di valutazione è propedeutica all'adozione delle decisioni di dettaglio che dovranno essere definite nei prossimi mesi”.

Sul Corso del Popolo (e non solo su questa arteria principale del capoluogo), si sono espressi anche gli aderenti alla Fiab, che sta partecipando alla redazione del Bici Plano e hanno fatto uno studio sui flussi di traffico. “Per noi - spiega Denis Maragno, presidente della Fiab di Rovigo - sarebbe interessante fare un ragionamento a 360 gradi. Per quanto riguarda le bici, ad esempio, mancano le rastrelliere, banalmente. La gente fissa le bici agli alberi. Pochi sono gli spazi esclusivamente pedonali in città. Poi c’è un problema di sosta selvaggia. Sul corso aperto o chiuso noi abbiamo suggerito, e pare che anche il sindaco Gaffeo lo abbia detto - che venga istituito il senso unico per far ridurre la quantità di traffico. Dalle nostre indagini è la parte che da sud va verso nord la più utilizzata e che si potrebbe mantenere mentre dall’altro lato è meno frequentata. E’ un piccolo dato, bisogna valutare tutto. L’altro problema del Corso del Popolo è che la parte del marmo andrebbe ripulita per non sprecare gli investimenti fatti. Un lavoro milionario che progressivamente si sta rovinando”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl