you reporter

Consiglio comunale

In cassaforte c'è un tesoro: è scontro su come spenderlo

In aula l'approvazione del bilancio 2020: avanzo superiore agli 11 milioni di euro.

In cassaforte c'è un tesoro: è scontro su come spenderlo

31/05/2021 - 19:37

“Esposizione imbarazzante per un eccesso di risorse che denota incapacità a progettare e a spendere”. Parole pesanti quelle usate da Silvia Menon, consigliere di minoranza, per commentare l’avanzo di amministrazione, definito anche “incredibile” di oltre 10 milioni di euro. Damiano Sette ha rincarato: “I servizi per i cittadini non ci sono stati, inutile cercare alibi”. Il bilancio consuntivo del Comune di Rovigo e l’ingente avanzo di amministrazione sono stati al centro del consiglio comunale di ieri e del dibattito che si è sviluppato nell’aula virtuale.

A rintuzzare le offensive delle opposizioni il sindaco Edoardo Gaffeo che ha rivendicato quanto fatto dalla sua amministrazione: “Come si fa a non considerare che abbiamo operato in 15 mesi di pandemia mondiale? Avevamo necessità di individuare forme di finanziamento. parte delle somme finite in avanzo sono arrivare a dicembre, quindi non spendibili. L’accantonamento Iras è per far fronte a debiti non certamente causati da questa amministrazione. La rinegoziazione dei mutui l’abbiamo fatta a maggio, più di un mese prima dell’allocazione delle risorse Covid da Roma. Ma noi dovevamo cercare forme di finanziamento. E che dire di 1,7 milioni derivanti dal recupero dell’evasione fiscale, forse non è un’attività meritoria?”.

Ad introdurre la discussione sul bilancio è stato l’assessore al bilancio Andrea Pavanello, che ha delineato i contorno dell’avanzo: “L’avanzo è formato da 4,8 milioni di euro di risorse libere, e 6,4 milioni di risorse vincolate”. A queste si aggiungono 5 milioni d euro di risorse straordinarie incassate dal Comune, ad esempio 298mila euro dalla rinegoziazione dei mutui, 271mila euro dal fondo buoni alimentari, oltre 1,7 milioni da interventi per il Covid. E poi minori spese per 2,1 milioni, maggiori entrate per 2,2 milioni. Insomma un insieme di voci che hanno ingrassato le casse di palazo Nodari e che hanno spinto Federico Saccardin, consigliere del Forum, a dire: “Ora ragioniamo su come destinare queste somme”. Ma non i 3,2 milioni liberati a dicembre dalla soluzione del lodo Baldetti, accantonati a potenziale copertura del disavanzo dell’Iras”.

Vibrante l’attacco di Michele Aretusini, capogruppo della Lega: “Non si può sempre dare la colpa a chi c’era prima, ma l’avanzo di bilancio di queste dimensioni non si era mai visto. Prima il Comune non aveva soldi per coprire le buche, ora avanza milioni di euro che poteva spendere per la città. Avanzare 1,7 milioni di risorse Covid è uno scandalo. Risorse che andavano date ai cittadini, occorre velocizzare le procedure di erogazione oltre che di progettazione”. Lapidario anche Mattia Moretto (Fdi): “L’amministrazione deve utilizzare risorse per i cittadini, non fare utili da contabilizzare a fine anno”.

Alla fine in fase di voto: favorevoli (20) i consiglieri di maggioranza, astenuti (5) quelli della lista Menon, Maniezzo e Moretto (Fdi), contrari (5) i consiglieri di Lega, Fdi e Gambardella.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl