you reporter

politica e poltrone

As2, il centrosinistra spaccato

Scontro per la presidenza fra Pd e sindaco Gaffeo. Spuntano le idee Furfari e Chiara Turolla

As2, il centrosinistra spaccato

14/06/2021 - 00:07

Fino all’ultima goccia di energia. Il braccio di ferro tra il Pd e il sindaco Gaffeo continua fino all’ultimo giorno utile. E forse anche dopo. Il centrosinistra rodigino non ha ancora trovato l’accordo per il nome del nuovo presidente di As2 e i due messi in campo ieri, Cristina Furfari e Chiara Turolla, sono fermi al muro contro muro.

Da giorni due nomi su tre per il nuovo cda sono definiti: si tratta degli uscenti Michele Dallagà (sostenuto da Occhiobello) e Paolo Frigato (attuale presidente la cui conferma come consigliere è caldeggiata dal centrodestra). Resta da decidere la presidenza, il nome dovrebbe essere proposto dal centrosinistra di Rovigo, ma sindaco e Pd si stanno contendendo questa sorta di “jus primae noctis”. La ricerca dell’accordo, che in alcuni momenti ha assunto i toni di un vero e proprio scontro, a ieri pomeriggio non aveva ancora prodotto frutti. Gaffeo arroccato sulla sua posizione di far arrivare un manager sulla prima poltrona di As2, e il Pd, soprattutto la corrente “Romeo”, a sostenere l’avvocato Cristina Furfari. Ieri mattina poi è circolata la voce di una proposta avanzata da un gruppo di sindaci di area civica, il nome sarebbe quello di Chiara Turolla, sindaco di Arquà Polesine. Un nome forse appoggiato anche da Gaffeo, ma non gradito al Pd. Un’indicazione di stampo civico che in molti, però, hanno giudicato “estemporanea” o addirittura una provocazione.

Il domino delle società partecipate prevede che entro la fine del mese scoccherà l’ora del cda di Polaris (società controllata da Ecoambiente), per il quale da tempo si dice che ci siano in corsa Andrea Bimbatti, sostenuto da Forza Italia e Ivano Gibin, appoggiato da Fdi. Più avanti arriverà l’ora del cda di Asm spa. Nel “portafoglio” di nomine e incarichi anche importanti ruoli gestionali che stanno per essere oggetto di scelte non scollegate dalla politica, come il nuovo direttore generale di Ecoambiente e il nuovo direttore di As2 (ruolo che ha visto la candidatura di Julik Zanellato, ex segretario dem, em Alberto Moscardi, ex dirigente del Comune di Rovigo). Tutte tessere di un mosaico che troverà la sua composizione definitiva solo nel prossimo ottobre. In occasione delle elezioni amministrative in alcuni Comuni polesani (Canaro, Ceregnano, Ficarolo, Fiesso, Rosolina, San Martino di Venezze, Stienta e Villamarzana), e soprattutto per il rinnovo del consiglio provinciale e della presidenza della Provincia. Un ruolo che dopo un interesse che negli anni scorsi sembrava in progressiva picchiata ora è tornato a riacquistare valore, importanza e prestigio. Anche in questo caso i partiti stanno già affilando le proprie armi. Ma per il gioco del Risiko occorre lo start. Atteso per oggi (forse).

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl