you reporter

NOMINE

Ipab, cda in scadenza prima del voto

Di regola è il sindaco eletto a indicarlo, ma dal 5 settembre l’attuale cda va già al rinnovo

Ipab, cda in scadenza prima del voto

22/06/2021 - 17:42

Il consiglio di amministrazione dell’Ipab “Andrea Danielato” scadrà il 5 settembre prossimo e, da quel momento, ci saranno 45 giorni di tempo per nominare il prossimo board che guiderà la casa di riposo. Un onere, quello della nomina del cda, che spetta al sindaco, come stabilito dallo statuto dello stesso ente. “Il consiglio d’amministrazione è l’organo di direzione politica, definisce gli obiettivi ed i programmi da attuare e verifica la rispondenza dei risultati della gestione amministrativa alle direttive impartite - si legge nello statuto - l’ente è retto da un consiglio di amministrazione composto di cinque membri, compreso il presidente. I consiglieri sono nominati dal sindaco, il presidente è nominato dal consiglio di amministrazione tra i suoi componenti, nella prima riunione da tenersi entro giorni dieci dalla nomina”.

La durata dell’incarico del cda è di cinque anni e, visto che l’ultimo è stato nominato il 5 settembre 2016, dopo che il precedente era scaduto il 22 luglio 2016. Il precedente cda, invece, era stato nominato il 22 luglio del 2011, ed era composto da Mauro Contadin, Michela Ronchi, Gianni Franzoso, Michele Bolzenaro e Paolo Vallese. Presidente fu eletto Mauro Contadin che, però, dopo nemmeno tre mesi si dimise per impegni di lavoro, lasciando spazio a Fabrizio Bergantin, nominato dal ricomposto cda nuovo presidente. Il mandato successivo furono confermato Bergantin e Ronchi, mentre subentrarono Ilaria Armarolli, Chiara Tasso e Alcide Benito Crepaldi. Per Bergantin e Ronchi, quindi, non ci sarà la possibilità di un nuovo incarico, poiché non possono essere eletti più di una volta. E questa sarebbe la seconda per entrambi.

Entro il 20 ottobre 2021, quindi, dovranno essere nominati i componenti del nuovo consiglio di amministrazione, un onere che, di solito, vista la coincidenza tra il mandato dello stesso e quello dell’amministrazione comunale in carica, viene fatta dal nuovo sindaco. Col fatto, però, che le elezioni sono state differite da questa primavera al prossimo autunno - in un range di date dal 15 settembre al 15 ottobre - si verificherà una situazione piuttosto singolare. Ovvero che il sindaco uscente, Henri Tommasi, ancora in carica, abbia la possibilità di farlo, anche se, come precisato nello statuto, il cda dell’ente, essendo espressione politica, dovrebbe seguire i programmi quinquennali del sindaco insediato. Da quanto trapelato dagli uffici, questa consuetudine rimarrà tale e sarà il prossimo sindaco a nominare i consiglieri di amministrazione dell’Ipab “Danielato”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl