you reporter

PESCA

“Ricorso? Spreco di soldi pubblici”

Pizzoli amareggiato dalla decisione di impugnare la sentenza. “Spero nel prossimo presidente...”

“Ricorso? Spreco di soldi pubblici”

23/06/2021 - 08:36

Chiederò di vedere i conti: vorrei proprio sapere quante decine di migliaia di euro di soldi pubblici si stanno sperperando per questa guerra ai nostri pescatori. Un accanimento che davvero non riesco a capire, e che spero che il prossimo presidente della Provincia non porterà avanti”. Roberto Pizzoli, sindaco di Porto Tolle, quasi non ci crede: l’annuncio che la Provincia ricorrerà al consiglio di Stato dopo che il Tar ha respinto il ricorso nei confronti del nulla osta alla concessione dei permessi di pesa bloccati da tempo proprio non gli va giù. “E’ un’assurdità: in tutti i gradi di giudizio, fin qui, i pescatori hanno sempre avuto ragione. Perché accanirsi contro persone che chiedono soltanto di lavorare, per di più in un periodo come questo?”, chiede il primo cittadino.

Ma c’è anche un altro aspetto, di questo ricorso, che a Pizzoli proprio non va giù: la richiesta di sospensiva. In pratica, in attesa che il consiglio di Stato si esprima nel merito, confermando l’impostazione del Tar pro-pescatori o dando ragione alla Provincia, palazzo Celio chiede di congelare tutto e di non dover, dunque, rilasciare i permessi di pesca in applicazione della sentenza del tribunale amministrativo. In pratica, tutto resta fermo (a tempo indeterminato…) e i pescatori senza licenze, legittime secondo il Tar: “Non è possibile lasciare la gente così, in sospeso, senza poter lavorare. Tutti i giorni ci sono pescatori in difficoltà che vengono da me, in municipio, a chiedere aiuto. Il lavoro c’è, ma è bloccato a causa di questa guerra legale e burocratica. Si poteva almeno rilasciare i permessi, e farli lavorare in attesa della sentenza. Se non è accanimento questo…”, dice ancora il primo cittadino bassopolesano.

Che, poi, la butta sui costi: “Altri 12/15mila euro di spese legali ed avvocati, a carico del bilancio della Provincia, per portare avanti la guerra ai pescatori. Chiederò agli uffici - continua Pizzoli, che è anche consigliere provinciale - di dirmi esattamente quanto è stato speso in questa guerra. Siamo di fronte ad uno spreco di denaro pubblico davvero non indifferente”. Infine, un passaggio sui diritti di pesca, che Dall’Ara ha rimesso in discussione tornando a definire illegittima la delibera di affidamento di 15 anni. “Non lo capisco davvero - conclude Pizzoli - spero solo che il futuro presidente della Provincia, che eleggeremo ad ottobre, prenda iniziative diverse, o almeno abbia un atteggiamento diverso”. Perché così - è chiaro - davvero non si può andare avanti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl