you reporter

Porto Viro

“E’ ora di crescere per davvero”

L’appello dell’amministratore delegato della casa di cura alla vigilia dell’arrivo del Pnrr.

“E’ ora di crescere per davvero”

Stefano Mazzucato, ad della casa di Cura Madonna della Salute di Porto Viro

08/07/2021 - 13:59

Un vero e proprio appello, quello lanciato da Stefano Mazzuccato che, oltre a essere amministratore delegato della Casa di cura di Porto Viro (e della Casa di cura “Città di Rovigo”), è anche componente del B20 –Task force “Health and Life Sciences”. Mazzuccato, in particolare, interviene sulla necessità di non perdere l’opportunità rappresentata dal Piano nazionale di ripartenza e resilienza, o Pnrr.

“La pandemia - esordisce nel proprio intervento - ha, di fatto, silenziato il dibattito in molti settori, fagocitando ogni discussione o approfondimento nei più diversi settori della società. Ma adesso che la tanto agognata ‘immunità di gregge’ sembra dietro l’angolo grazie ad una capillare campagna di vaccinazione, credo sia giunto il momento di rimettersi in marcia anche nell’attività dialettica. Così, bisogna ricordare che questo sarà l’anno di svolta per la Corporate Governance, ossia per quell’insieme di strumenti, regole, relazioni, processi e sistemi aziendali finalizzati ad una corretta ed efficiente gestione dell’impresa”.

“ L’approvazione del codice di corporate governance da parte dell’apposito Comitato - prosegue - da un lato, e l’emanazione del decreto 23 novembre 2020, n. 169 del ministero dell’economia e delle finanze in tema di requisiti e criteri di idoneità degli esponenti aziendali delle banche e degli intermediari finanziari dall’altro, costituiscono i due binari lungo i quali camminerà la sostenibilità dell’attività di impresa ma anche, in definitiva, la ripresa dell’intero paese. Perché, ce lo dice l’Ocse, per sfruttare al meglio il Recovery Fund e accelerare il rilancio, occorrono una pubblica amministrazione efficiente e manager competenti”.

“Il nostro paese, purtroppo, sconta da ormai troppo tempo alcune criticità: problemi legati essenzialmente alle performance di produttività, alle disparità territoriali, demografiche e di genere. Vere e proprie sfide strutturali al cui interno, la qualità della governance sarà essenziale per l’ottimale utilizzazione dei fondi dell’Unione. Quando parliamo di buona governance, in realtà, parliamo di una rivoluzione copernicana per l’Italia, perché implica la concertazione, ma, soprattutto, la necessità di rendere conto del proprio operato: solo così la governance sarà in grado di mettere Pil e occupazione su una traiettoria di crescita strutturale e sostenuta. In questa prospettiva, una buona governance assume la valenza di elemento di stabilità e garanzia per tutti. Una cattiva governance è invece un pericoloso elemento di instabilità: non a caso, la Governance del Recovery Fund – ossia chi concretamente gestirà i miliardi europei – è stata la saponetta su cui è scivolato il governo Conte. Ora, dopo l’approvazione del nostro Pnrr -Piano nazionale di ripresa e resilienza - è previsto entro luglio l'arrivo al Paese di 24,9 miliardi di euro su un totale 191,5 miliardi entro il 2026, di cui 68,9 come sovvenzioni e 122,6 come prestiti. Il Pnrr contiene 3 grandi riforme: Fisco, Pubblica Amministrazione e Giustizia e si articola in sei missioni: Digitalizzazione; Ambiente; Infrastrutture; Istruzione; Inclusione sociale e Salute in cui sono contenute 190 misure, 58 riforme e 132 investimenti. Le stime della Commissione nella valutazione del nostro Pnrr confermano una crescita del Pil fino al 2,5% entro il 2026, numeri che aumenteranno ‘nel lungo termine’ grazie all'impatto delle riforme, che genereranno circa 240 mila posti di lavoro aggiuntivi. Per l’Italia è giunta l’ora di iniziare a correre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl