you reporter

CORTE MILANA

Bontemponi, carovana d’allegria

Momenti di profonda commozione dedicati alle persone prematuramente scomparse

Bontemponi, carovana d’allegria

13/07/2021 - 08:57

Un serata indimenticabile a Corte Milana che ha ospitato la 30esima edizione di “Serata d’onore” tradizionale appuntamento del gruppo folcloristico Bontemponi, manifestazione speciale per recuperare quella rimasta in sospeso l’anno scorso a causa della pandemia. Tutto esaurito da tempo, ma questa ormai non è più una notizia, perché quando arriva la carovana dei Bontemponi il pienone è assicurato. Ancora più assicurati la simpatia, l’allegria e il divertimento.

Applauditissimo il sodalizio di Bottrighe che quest’anno spegne 36 candeline di ininterrotta attività artistica con la presentazione di nuove cànte e ballate ispirate alla tradizione popolare del Delta. In particolare la sempre suggestiva “Polesine” in ricordo di Raoul Casadei. Conduttore della kermesse l’infaticabile Roberto Marangoni mentre la madrina è stata una donna delle istituzioni, Lorella Battistella, assessore alla pubblica istruzione di Lusia, acclamata dal gruppo Bontempone onoraria. Piacevole sorpresa la presenza del funambolico Francesco Baruto ideatore de “Le nonne venete” concentrato di ironiche scenette, seguitissimo sui social, per la prima volta si è esibito dal vivo. La serata è stata impreziosita dalla voce di Barbara Banin e dalla fisarmonica di Mariangela Borella.

Nel corso dello spettacolo si è svolta la tradizionale cerimonia di consegna della beneficenza raccolta dal gruppo nelle proprie uscite: ben 7.639,83 euro raccolti durante le iniziative degli ultimi ventiquattro mesi, comprese quelle natalizie dei Babbi Natale. Hanno ricevuto quindi un contributo l’associazione Mosaico friends in memoria di Giovanni Bolzoni tra i fondatori dei Bontemponi nel 1965; la Lega italiana lotta al tumore di Rovigo in memoria di Corrado Crepaldi, padre di Sofia, attuale componente del gruppo; la Faedesfa di Rovigo per le cure di Sophie, una ragazzina di Lendinara affetta da sindrome di Rohhad; l’Ail polesana Sara e Fabio Bellato in memoria di Enrico Molteni, prematuramente scomparso; quindi la scuola materna Maddalena di Bottrighe in memoria del volontario Walter Mario Rizzati. Il momento della solidarietà è stato caratterizzato da accenti di profonda e sincera emozione che ha coinvolto tutti i presenti.

In programma anche la consegna del premio “La Colonna” andato all’artigiano Giuliano Girotto per il 2020 e a monsignor Antonio Cappato per il 2021, visibilmente commossi, per l’infaticabile e benemerita opera sociale svolta da entrambi a favore della comunità bottrighese. E da buon artigiano Giuliano non poteva presentarsi a mani vuoto, così ha donato al gruppo un crocifisso artistico in ferro battuto, ovviamente frutto delle sue mani esperte. Tra un mare di applausi il gran finale con l’emozionante “Oh Bottrighe!”. L’ultimo saluto è quello di Roberto Marangoni via Fb: “Grazie a tutti, anche dei tanti messaggi arrivati via mail ed in privato: il vostro affetto ci dà la forza per cercare di fare sempre del nostro meglio”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl